Rinnovabili: fondi UE per le PMI emiliane

By 24 Gennaio 2013 Ambiente

Anche gli italiani sembrano finalmente aver scoperto una certa sensibilità “green”, adottando di volta in volta piccoli accorgimenti a benficio dell’ambiente in cui viviamo. Ad esempio, quando si tratta di vagliare le offerte di energia più vantaggiose, sempre più consumatori preferiscono optare per gli operatori che si servono di fonti rinnovabili, anche se questo può voler dire un costo leggermente superiore a quelli tradizionali.

Il risultato di questa neonata tendenza ecologista è che in Italia il 25% circa dell’energia prodotta viene ricavata da fonti rinnovabili. Sebbene tutelare l’ambiente richieda qualche sacrificio, è una questione di estrema importanza: migliori sono le sue condizioni, infatti, migliore è la qualità di vità per noi.

A fronte dell’impegno dimostrato in tale settore, la Regione Emilia-Romagna ha ottenuto un Fondo di finanza agevolata dall’Unione Europea destinato alle PMI del territorio, con l’obiettivo di incrementare gli investimenti destinati allo sviluppo dell’energia rinnovabile. Questo Fondo dispone di un importo di risorse pubbliche pari a 23 milioni e 750.000 euro, di cui il 40% sarà erogato tramite il Fondo Europeo, mentre il restante 60% tramite risorse messe a disposizione dagli istituti di credito.

Il finanziamento, operativo da marzo 2013 fino ad esaurimento risorse, è volto a sostenere gli investimenti delle imprese a favore dell’efficienza energetica e delle fonti rinnovabili di energia elettrica, sia attraverso la produzione e l’autoconsumo, che con tecnologie che consentono la riduzione dell’utilizzo di fonti tradizionali.

Come sottolineato anche dall’Assessore Regionale alle Attività Produttive Gian Carlo Muzzarelli, l’obiettivo è fare in modo che “le imprese possano investire nel risparmio energetico e nelle energie rinnovabili. Il fondo energia si inserisce nella politiche d’intervento della Regione Emilia-Romagna verso le Pmi del territorio in tema di green economy, uno dei settori con i più ampi margini di sviluppo e crescita per il prossimo futuro”.

 

Leave a Reply