Firenze, incentivi rottamazione per moto “eco”

Il Comune di Firenze stanzia incentivi rottamazione per comprare nuove moto o bici ecologiche. Il bando scade il 31 maggio.

Le famiglie italiane tengono molto risparmiare sulla fornitura elettrica. Abbattere i costi è un’esigenza che sta a cuore a molti cittadini, spesso, infatti, le spese per la fornitura di luce e gas sono assai elevate e mettono in difficoltà i consumatori. Per ridurre gli sprechi ed iniziare da subito a tagliare sulla bolletta possiamo confrontare le tariffe per l’energia più convenienti del settore evitando così gli sprechi che sono molto dannosi per l’ambiente.

Essere green, infatti ripaga, lo sa bene il comune di Firenze dove, fino al 31 maggio coloro che hanno intenzione di cambiare il proprio motorino o di acquistare una bicicletta elettrica possono usufruire degli incentivi rottamazione stanziati dal Comune del capoluogo toscano. L’obiettivo è incoraggiare le vendite di veicoli ecologici alimentati a energia verde.

I contributi variano in base al mezzo di trasporto che si decide di acquistare e alla rottamazione dell’usato. Si possono, per esempio, ricevere fino a 200 euro per acquistare una bicicletta elettrica a pedalata assistita, un ciclomotore fino a 50cc 4 tempi Euro 2 o una moto fino a 250cc Euro 3 con rottamazione necessaria oppure 750 euro per un ciclomotore a due o tre ruote funzionante attraverso l’energia elettrica.

Salendo con gli importi, si possono ottenere 2 mila euro per un’automobile elettrica o ibrida con rottamazione obbligatoria (nel caso in cui si decidesse di non rottamare l’usato, si potrà disporre di mille euro); 6 mila euro per un veicolo commerciale leggere N1, elettrico o ibrido, con rottamazione obbligatoria (nel caso in cui si decidesse di non usufruire della rottamazione, si riceveranno 3mila euro); 700 o 1000 euro per modificare la propria vettura da benzina gas Gpl e, infine, 2 mila euro per modificare un veicolo commerciale leggero, trasformandolo in gas Gpl.

Il Comune di Firenze non ha pensato solo ai cittadini, ma anche ai tassisti, che possono usufruire del contributo previsto, pari a 4 milaeuro per le autovetture e a 7 milaeuro per i veicoli commerciali leggeri. Nello specifico, gli eco-incentivi possono essere richiesti da:tutti i cittadini residenti nel Comune di Firenze, con un massimo di due contributi in un anno solare; dai professionisti che hanno il domicilio fiscale nel Comune, con un massimo di quattro contributi per anno solare e, infine, da tutti gli enti pubblici e privati, associazioni Onlus e società con sede legale o operativa nel Comune, con un limite massimo di dieci contributi ad anno solare.

Per presentare le domande, corredate dell’apposita documentazione, è sufficiente recarsi all’ufficio Nuove infrastrutture e mobilità (responsabile: Alberto Marchetti) in via Guglielmo Marconi 18/20, a Firenze, nelle giornate di mercoledì e giovedì dalle 8.30 alle 11.

 

Francesco Tempesta

 

UNISCITI A NOIScopri finalmente come informarti senza allarmismo, titoli strillanti e fake news!

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.