Prestiti per l’energia verde, nuovo accordo con Legambiente

di 25 Luglio 2013Ambiente

Federcasse e Legambiente rinnovano l’accordo che le vede legati dal 2006. In arrivo finanziamenti per famiglie, imprese ed enti pubblici.

Molto spesso gli italiani ricorrono al credito delle banche per ovviare ad una situazione di difficoltà o per effettuare un acquisto importante. In questi casi valutare attentamente le condizioni generali del finanziamento di nostro interesse è fondamentale ai fini di una scelta consapevole e proficua. Altrettanto importante risulta valutare l’importo delle rate, i tassi d’interesse e le offerte più competitive del mercato. In tal senso confrontare i migliori prestiti del momento tra quelli delle principali banche può aiutare i consumatori a trovare in fretta il prodotto adeguato.

I progetti di energia verde avranno nuova vita grazie a un prestito vantaggioso erogato da Federcasse (Associazione delle Banche di Credito Cooperativo e Casse Rurali italiane, con oltre 4.400 sportelli all’attivo) in collaborazione Legambiente. Anche per il prossimo trimestre (2013-2015) sarà, infatti, disponibile la Convezione Quadro dedicata a famiglie, imprese ed enti pubblici che desiderano produrre energia in modo sostenibile.

Dal 2006, anno della sua nascita, la Convenzione ha favorito la diffusione capillare di buone pratiche e di educazione ambientale a tutela del territorio. In questi sette anni di vita, sono stati concessi complessivamente 260 milioni di euro in prestiti on line e tradizionali, che fra le altre cose hanno consentito la costruzione di: circa 5 mila interventi di installazione di impianti fotovoltaici, 223 di solare termico, 51 per impianti a biomasse, 132 per interventi di efficienza energetica, 12 di mini eolico, 14 di geotermico, 2 mini idroelettrico.

La novità rispetto alle precedenti versioni è che crescono gli ambiti di applicazione (da 4 a 6), che fa ben sperare riguardo al possibile aumento dei progetti finanziabili (attualmente se ne contano più di 5 mila progetti).

“La sfida per i prossimi tre anni della convenzione rinnovata proprio oggi è quella di allargare il campo di azione a una serie di progettualità che permettano di tutelare maggiormente le bellezze del territorio e diffondere significativamente stili di vita virtuosi e sostenibili a partire dalla rivoluzione energetica ma comprendendo anche mobilità sostenibile, agricoltura e turismo di qualità. Un bel segnale in un momento di così grave crisi che sta attraversando il nostro Paese” – è stato il commento entusiasta di Vittorio Cogliati Dezza, Presidente nazionale di Legambiente, nel corso dell’evento di presentazione.

Ricordiamo che ai fondi della Convenzione Quadro possono accedere famiglie, imprese ed enti pubblici. Per maggiori informazioni su modalità e tempistiche di presentazione delle domande, s’invita a consultare il sito ufficiale dell’iniziativa.

 

 

UNISCITI A NOIScopri finalmente come informarti senza allarmismo, titoli strillati e fake news!

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.