Più sicurezza sulle spiagge adriatiche

By 18 Luglio 2008 Marzo 5th, 2017 Attualità

Erano in tre, in una calda nottata rivierasca, pronti ad approfittare di un momento di relax di una delle tante coppie di frequentatori della spiaggia romagnola. Ma stavolta è andata male: i fidanzatini in questione, infatti, erano in realtà un uomo e una donna in borghese dell’arma dei Carabinieri, appostati all’uopo sui lettini di uno stabilimento balneare, supportati da alcuni colleghi nascosti nell’ombra.

I tre extracomunitari si erano avvicinati alla coppia, nell’intenzione di sottrarre una vistosa borsa: uno strisciava nella sabbia, gli altri due erano pronti subito dietro a spalleggiare il complice. D’improvviso, però, i due militari hanno prontamente reagito, mettendone in fuga due, e facilitando l’intervento dei colleghi all’arresto di Karim Belbaki, quarantunenne algerino, con l’accusa di furto aggravato. Nella perquisizione del soggetto, è stata poi rinvenuta presunta refurtiva con oggetti di marca, per un valore complessivo sui trecento euro.

L’operazione rientra nell’ambito di un servizio del Nucleo Radiomobile di Riccione, atto a garantire una migliore sicurezza degli stabilimenti balneari, specie quelli in “Zona Marano”, contrastando così il diffondersi di reati contro il patrimonio subito dai frequentatori della Riviera e dei suoi numerosi locali notturni.

Al di là dell’arresto del malvivente, la notizia avrà sicuramente un effetto deterrente per futuri malintenzionati, scoraggiandoli a simili iniziative nel timore di un arresto. Una volta tanto, ad aver paura saranno loro: almeno per un po’.

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.