In attesa del 2009, le migliori buone notizie di quest'anno

By 29 Dicembre 2008 marzo 5th, 2017 Attualità

Nonostante giornali, radio e tv insistano nel volerci far credere che il mondo va a rotoli, il 2008 è stato un anno che ha portato cambiamenti importanti nel panorama mondiale, e non solo: anche il nostro Paese è stato protagonista di cambiamenti significativi. Si tratta di notizie che spesso sono passate inosservate per via della competizione agli ascolti e alle vendite e, poi, come si dice: le buone notizie non fanno notizia!

Cominciamo con quella che è passata, secondo il sentimento comune, come la migliore notizia del 2008: l’elezione del successore di George W. Bush, Barack Obama! Un avvenimento storico non solo per essere il primo presidente di colore dello stato più potente del mondo, fatto epocale già di per sé, ma per aver anticipato quello che sembra rappresentare fin da oggi un reale cambiamento per il mondo intero.

La cronaca di quest’anno ci ha raccontato fatti straordinari, come il blitz che ha permesso l’incredibile liberazione di Ingrid Betancourt, ex candidata alla presidenza della Colombia rimasta prigioniera delle FARC per ben sei anni.
E’stata approvata all’unanimità dal Consiglio di sicurezza dell’ONU la risoluzione contro gli stupri di guerra, condannando la violenza sessuale contro i civili e giudicando d’ora in avanti i colpevoli davanti alla Corte penale internazionale de L’Aja.
Sono diminuiti i Paesi che ricorrono alla pena di morte grazie anche agli effetti della moratoria internazionale approvata dall’ONU nel 2007, di cui il nostro Paese fu uno dei primi sostenitori.

Nel campo della ricerca scientifica sono stati fatti enormi passi avanti: l’ematologo Gero Hutter scopre di aver guarito dall’AIDS un paziente leucemico, grazie ad un caso di mutazione genetica del suo donatore di midollo. Una scoperta che pone un’ulteriore pietra miliare nella lotta all’HIV.
E’ stata completata la mappa del DNA di altri due parassiti della malaria permettendo di scoprire i meccanismi con cui i parassiti sopravvivono nell’organismo umano e consentendo la progettazione di nuovi farmaci.
Sono calate le vendite di sigarette in Italia grazie alla prevenzione e agli sforzi concentratisi negli ultimi anni nella lotta contro il fumo. Un risultato importante a cui ha contribuito anche la crisi economica: ecco uno dei suoi effetti positivi!

Tra le buone notizie dal mondo del lavoro, come non citare la lotta contro l’assenteismo nel pubblico impiego (i lavoratori fannulloni non saranno d’accordo!) e l’introduzione di sostegni da parte dell’Unione Europea nei confronti dei nuovi disoccupati creati dalla crisi economica.

Anche l’ambiente ha tirato un sospiro di sollievo: mai come quest’anno si è parlato (e si è fatto) di salvaguardia dell’ambiente. E’stata raggiunta l’intesa sul taglio delle emissioni di CO2 per le auto. E’ cresciuto il mercato dei biocombustibili. E’ cresciuta in Italia l’agricoltura biologica e l’energia pulita. E’ migliorato lo stato delle spiagge italiane. L’UE ha introdotto il reato penale per chi inquina. Barack Obama ha annunciato una svolta in campo ambientale promettendo la riduzione delle emissioni dell’80% e l’indipendenza dal petrolio.

Ma non è finita: buone notizie anche sul fronte economico (come l’introduzione del tetto massimo sui tassi dei mutui), nel mondo di internet (cresce il fenomeno del citizen journalism), della cultura (recuperate dalle forze dell’ordine numerosi capolavori rubati), dello sport (Valentino Rossi ha riconquistato il titolo mondiale e Luna Rossa ha appena annunciato la sua ricandidatura alla prossima Coppa America)… per le quali vi rimandiamo alle numerose pagine del nostro sito.

Come vedete non è poi così difficile guardare il bicchiere mezzo pieno: basta leggere un po’ di buone notizie!

Un augurio per un fantastico 2009 e un ringraziamento a tutti i redattori e i collaboratori che hanno reso possibile, anche nel 2008, questo speciale progetto editoriale!

Leave a Reply