8 settembre, giornata mondiale dell'alfabetizzazione

By 8 Settembre 2010 Marzo 5th, 2017 Attualità

L’ignoranza è una condanna ancora per quasi 68 milioni di bambini, per i quali si prepara quasi automaticamente un futuro di sfruttamento e abusi. Nella Giornata Mondiale dell’Alfabetizzazione promossa dall’Unesco di Parigi, Terre des Hommes ricorda l’importanza dell’istruzione per prevenire fenomeni come traffico, discriminazioni e sfruttamento lavorativo dei minori. “Un buon grado d’istruzione agisce come uno vero e proprio scudo contro questi crimini”, sostiene Federica Giannotta, responsabile advocacy di Terre des Hommes. “Offre ai ragazzi migliori prospettive lavorative e di vita in generale, ma soprattutto rende più consapevoli dei propri diritti e più capaci di interpretare la realtà, e quindi di individuare i pericoli. La scuola è inoltre il luogo migliore dove condurre campagne di sensibilizzazione sui diritti dei bambini sia con gli alunni che con i loro genitori”. Attraverso il sito iosonopresente.it, Terre des Hommes invita gli internauti ad aderire alla sua campagna per l’istruzione globale, per contribuire a cambiare la vita ai tanti bambini che non possono andare a scuola.  Da 50 anni Terre des Hommes è impegnata ad assicurare i diritti fondamentali ai bambini che ne sono esclusi, primo tra tutti quello ad andare a scuola, con progetti di sostegno a scuole e strutture di educazione informale, formazione professionale degli insegnanti e distribuzione di kit scolastici agli alunni più svantaggiati. Ugualmente, ha avviato in vari paesi interventi volti ad fare avvicinare i bambini più piccoli allo studio, per prepararli alla scuola primaria.

Dal 2005 al 2009 oltre il 70% dei bambini inseriti nei programmi di educazione e sostegno di Terre des Hommes ha migliorato il proprio rendimento scolastico. I bambini promossi sono passati dal 79,6% al 85,8% in quattro anni. Molti maestri hanno ricevuto una formazione su nuove tecniche e metodologie didattiche. Oltre il 95% degli alunni è riuscito a mantenere l’80% o più di frequenza scolastica. Questo vuol dire che quei bambini non sono finiti a lavorare o in strada, vulnerabile ad abusi e violenze”.

Ufficio stampa di Terre des Hommes
www.terredeshommes.it

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.