E’ on-line un nuova petizione anti-casta

By 9 Novembre 2011 Marzo 5th, 2017 Attualità

Su iniziativa di PetizionePubblica.it, è partita una raccolta di firme per dimezzare il numero dei Parlamentari ed eliminare il diritto all’indennità pensionistica dopo soli 35 mesi di attività parlamentare. La petizione ha già raggiunto in poco tempo oltre 89mila firme ed è indirizzata al Presidente della Corte Costituzionale Ugo De Siervo, al presidente della corte dei conti Luigi Giampaolino, e al Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. I firmatari si appellano agli articoli  2, 3 e 4 della Costituzione, che richiamano i diritti inviolabili dell’uomo, sia come singolo, sia nelle formazioni sociali (art.2); il dovere della Repubblica di rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale che limitano di fatto la libertà e l’eguaglianza dei cittadini, impedendo il pieno sviluppo della persona umana e l’effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all’organizzazione politica, economica e sociale del Paese (art.3), chiedendo dunque di dimezzare il numero di Parlamentari ed eliminare il diritto all’indennità pensionistica dopo soli 35 mesi di attività parlamentare; infine garantire una condizione economica adeguata a far fronte alle comuni necessità dei cittadini e di restituire il diritto al lavoro riconosciuto nell’art. 4 della Costituzione nel quale la Repubblica si è impegnata a promuovere le condizioni che rendono effettivo questo diritto.

I Cittadini sottoscrittori della petizione, in assenza di un esito veloce e positivo e di tutti gli interventi atti a garantire un graduale ed efficace abbattimento del debito pubblico, non esiteranno a fare ricorso alla Corte Europea dei Diritti dell’uomo.

Articoli correlati:

Eroe anti-casta spopola in rete

Il link alla petizione

No Comments

  • joe ha detto:

    E’ ora di finirla con questi assasini materiali e morali!!!!
    Giocare con le parole e’ diventato il loro mestiere mentre la gente fuori muore o sta male.

  • smeraldo ha detto:

    in primis,sacrifici veri,dovrebbero farli tutti coloro che hanno governato il nostro paese da 30 anni a questa parte sindacalisti compresi sia a livello nazionale che locale

  • Gabriele ha detto:

    Negli Stati Uniti ci sono molti meno parlamentari di quanti nè abbiamo noi… peccato che in u.s. ci sono oltre 350 milioni di abitanti noi nè abbiamo 60 milioni ciò vuol dire che da noi si sono aggiunti diversi buffoni su quelle poltrone a cui piace atteggiarsi davanti alle telecamere mentre si ingozzano col sangue dei contribuenti.
    Il fondo a disposizione in Italia per ciascun parlamentare ( per stipendio, spese per collaboratori, trasferte, auto blu, ecc…) è molto elevato rispetto alla media europea.
    Compravendite di parlamentari regnano sovrane all’interno della camera inoltre
    incarichi sono assegnati a gente losca o ad amici, figli (es. il Trota nella lega nord ma non è il solo esempio), donne dai facili costumi, ecc..
    Per riassumere siete persone prive di ogni etica morale e civile del tutto inadatti a ricoprire il ruolo che rivestite.
    In televisione mi tocca ogni tanto vedere una pubblicità sui parassiti della società… alla luce di quanto detto queste persone senza vergogna che non sanno neanche cosa vuol dire governare un paese non dovrebbero neanche sognarsi di inviare a casa della gente una pubblicità simile se LORO STESSI, per primi, sono una concausa dello sfascio economico ed etico società italiana.

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.