Gli italiani riscoprono autobus e biciclette

By 22 Marzo 2012 Luglio 12th, 2019 Attualità

Il carburante ormai è alle stelle e l’automobile, in questi tempi di crisi, sta diventando un bene di lusso, soprattutto se consideriamo che un litro di carburante è arrivato ormai a costare quasi 2 euro. Per questo, ogni giorno sempre più italiani stanno prendendo la decisione di lasciare la macchina in garage e di muoversi utilizzando i mezzi pubblici o la bicicletta: una buona notizia per quanto riguarda la qualità dell’aria e l’inquinamento delle aree urbane.

Sarebbero sempre di più gli italiani che utilizzano la macchina solo per gli spostamenti brevi e strettamente necessari, e un numero sempre maggiore quelli che avrebbero deciso di rinunciare del tutto a muoversi in automobile. Rispetto al 2010 tra Torino, Roma, Firenze e Milano si è registrato un aumento del 30% delle richieste di abbonamenti per i mezzi pubblici, un chiaro indizio che va messo in rapporto con la crisi attuale.

Intanto, a crollare è proprio il consumo di benzina. Nei primi due mesi del 2012, secondo i dati dell’Unione petrolifera ci sarebbe stato un calo del 20% rispetto al 2011. Basti pensare che ogni pieno di carburante, rispetto al 2011, arriva a costare fino a 30 euro in più, una cifra enorme che si unisce ai costi già alti legati al possesso di un’automobile (bolli, assicurazione, manutenzione).

Gli unici a festeggiare sono i mezzi pubblici, che hanno visto finalmente aumentare la quota di abbonamenti annuali, invertendo una tendenza negativa che durava ormai da decenni. I mezzi pubblici, secondo i dati Isfort sulla mobilità nel Paese, gli italiani non sarebbero soddisfatti del servizio. Tuttavia, pur ritenendolo un servizio scomodo e scadente, in molti lo preferiscono all’uso delle automobili.

Ma sono soprattutto i giovani coloro che hanno deciso di abbandonare le quattro ruote per salire sui bus. Sono loro infatti, gli under30, quelli che hanno subito maggiormente la crisi economica, e di conseguenza cercherebbero ogni modo utile a risparmiare. Nelle grandi città la percentuale di abbonamenti fatti dagli studenti è salita del 3,7%. In aumento anche coloro che hanno deciso di abbandonare l’auto per la bicicletta (+1,5%).


Fonte: www.articolotre.com

2 Comments

Leave a Reply