Da UE 100 mln all'Italia per aiuti alimentari agli indigenti

By 12 Ottobre 2012 Marzo 5th, 2017 Attualità

”L’Italia è riuscita ad ottenere un plafond di circa 100 milioni di euro per l’acquisto di prodotti agricoli da distribuire, nel corso del prossimo anno, ai cittadini più bisognosi“: lo ha reso noto il Ministro delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, Mario Catania, commentando l’informativa sul progetto di regolamento di esecuzione della Commissione europea, che riguarda il Programma di distribuzione di derrate alimentari agli indigenti.

”Si tratta di un ottimo risultato, soprattutto considerando che l’Italia si è battuta a lungo in sede comunitaria per difendere non solo la stessa sopravvivenza del Programma, ma anche la sua entità in termini economici”. Così il Ministro delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali ha commentato l’informativa sul progetto di regolamento di esecuzione della Commissione europea, che riguarda l’assegnazione delle risorse comunitarie per il Programma di distribuzione di derrate alimentari agli indigenti.

La Commissione europea ha, infatti, presentato ieri, nel corso del Comitato di Gestione OCM UNICA, il progetto di regolamento di esecuzione UE relativo alla ripartizione tra gli Stati membri del plafond comunitario di 500 milioni di euro, riservato ai programmi di “aiuto alimentare” per soddisfare le esigenze delle persone più bisognose che vivono in Europa.

La ripartizione proposta assegna all’Italia un plafond pari a circa il 20% di quello comunitario. ”Le risorse assegnate al nostro Paese verranno utilizzate”, ha spiegato il Ministro, per l’acquisto di derrate alimentari che, attraverso l’opera delle organizzazioni caritative, verranno distribuite sul territorio nazionale. Questa misura risulta ancora più preziosa se pensiamo al fatto che la crisi internazionale ha, purtroppo, ampliato quelle fasce di popolazione che sono in difficoltà economica”.

Fonte:  ASCA

BuoneNotizie.it

About BuoneNotizie.it

BuoneNotizie nasce nell'ottobre del 2001, inizialmente con il dominio .net. Da allora sono stati pubblicati oltre 8.000 articoli grazie al contributo gratuito di oltre 1.500 utenti, di cui alcuni sono diventati giornalisti pubblicisti grazie allo stage remunerato annesso al percorso di formazione dell'Associazione Italiana Giornalismo Costruttivo per diventare giornalista pubblicista.

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.