La Commissione europea sta valutando una direttiva per rafforzare la lotta alla criminalità informatica uniformando la legislazioni in materia dei vari stati Ue. In particolare si va verso un piano che obblighi le società che memorizzano i dati su Internet - come Microsoft, Apple, Google e Ibm - a segnalare la perdita o il furto di informazioni personali.

Fonte: La Stampa

Registrati gratis per continuare a leggere questo articolo...

Registrati gratis ora!

L’informazione può essere pericolosa

Per questo al giornalismo della paura, preferiamo quello delle soluzioni.