La Francia prosegue nel suo progetto di razionalizzazione dell'illuminazione pubblica e di contrasto dell'inquinamento luminoso: è stato, infatti varato un nuovo provvedimento che vieta agli edifici non residenziali di rimanere “accesi” esternamente oltre l'una del mattino. Il provvedimento riguarda non solo i negozi privati, ma anche monumenti, municipi, uffici pubblici e stazioni ferroviarie.

Il nuovo Decreto vieta, a partire dal 1 luglio 2013, di tenere accesa - dopo l'una di notte - l'illuminazione esterna degli edifici non residenziali. Sono esclusi (per ora) dal provvedimento case, alberghi e tutta l'illuminazione stradale.

Fonte . . .

Questo contenuto è riservato agli iscritti!
Vuoi stare subito meglio leggendo buone notizie?

Gratis

0.00

Accesso gratuito

  • Accesso ai contenuti standard di BuoneNotizie.it
  • eBook integrale “Giornalismo Costruttivo
  • eBook “Quello che i media non ti hanno mai raccontato
  • Newsletter settimanale con le migliori buone notizie
  • SCONTO per i prossimi eventi LIVE

Registrati gratis ora!

AbbonamentoSe vuoi fare la differenza

4.97

al mese

  • Accesso a tutti i contenuti di BuoneNotizie.it
  • eBook integrale “Giornalismo Costruttivo
  • eBook “Quello che i media non ti hanno mai raccontato
  • Newsletter settimanale con le migliori buone notizie
  • SCONTO per i prossimi eventi LIVE

Abbonati subito