Toscana, le mimose aiutano le imprese alluvionate

By 7 Marzo 2013 marzo 5th, 2017 Attualità

8 Marzo di solidarietà per non dimenticare le aziende agricole alluvionate. La Toscana dell’agricoltura si stringe, ancora una volta, attorno alle imprese finite in ginocchio dopo l’ultima recente alluvione costata 350 milioni di euro di danni. L’occasione è offerta dalla Festa delle Donne e dalla data simbolo dell’8 Marzo, che Coldiretti Donne Impresa  Toscana  (info su www.toscana.coldiretti.it) ha deciso di dedicare a tutte le imprenditrici agricole che stanno vivendo ancora gli effetti dell’evento alluvionale che nel frattempo ne ha compromesso l’attività, i raccolti ed in molti casi anche il futuro.

E’ il caso delle aziende agricole della Maremma e delle colline del Candia, la viticoltura eroica, dove si produce il Dop dei Colli Apuani che a distanza di quattro mesi ormai stanno vivendo una situazione di profonda difficoltà e fragilità emotiva.

Per sostenere l’agricoltura rosa “alluvionata” le imprenditrici di Coldiretti si ritroveranno in Piazza Strozzi, nel cuore di Firenze, venerdì 8 marzo (dalle 10 alle 12,30) con i Bouquet della Solidarietà, l’abbinamento originale, ovviamente a km zero, dei prodotti diventati l’emblema del drammatico evento come per esempio il pecorino Dop della Maremma ed il Candia dei Colli Apuani Doc. Il ricavato dalla vendita dei bouquet sarà devoluto alle imprenditrici agricole che potranno così avviare progetti di promozione e campagne di immagini per rilanciare l’attività: “Sono Donne che aiutano altre Donne; l’auspicio è che saranno tanto le donne che decideranno di venire a trovarci in Piazza Strozzi per acquistare uno dei bouquet della solidarietà – lancia l’iniziativa Maria Cristina Rocchi, Responsabile Donne Impresa Toscana – purtroppo registriamo, dopo l’iniziale e comprensibile interesse, un abbassamento del livello di attenzione nei confronti delle imprese che stanno ancora convivendo con i devastanti effetti dell’alluvione.

Tra i più pesanti c’è quello di immagine con cui le aziende ora devono convivere: i territori che sono stati teatro dell’alluvione sono percepiti dal consumatore-turista, insicuri e pericolosi. A queste imprese vogliamo dare la possibilità – spiega la Rocchi – di attivare iniziative di promozione mirate a rassicurare e a comunicare in maniera positiva con il consumatore che può, deve tornare, a frequentare con serenità, e senza nessun patema, la nostra Toscana, la Maremma come la Provincia apuana”.

L’iniziativa che avrà in Piazza Strozzi il suo epicentro con un presidio popolato da tante donne imprenditrici, sarà accompagnata da un incontro, inprogramma nella Sala dei Gigli, di Palazzo di Parte Guelfa, sempre a Firenze (alle ore 10,30) aperto al pubblico nel corso del quale alcune donne imprenditrici racconteranno la loro particolare esperienza di imprenditrici alluvionate. All’incontro parteciperanno l’Assessore all’Agricoltura della Regione Toscana, Gianni Salvadori e l’Assessore alle Politiche Sociali del Comune di Firenze, Stefania Saccardi.

L’8 Marzo arriverà invece con un giorno di anticipo in Piazza Matteotti, nel centro di Massa, dove giovedì 7 marzo, le aziendedella viticoltura eroica proporranno ai cittadini apuani i bouquet della solidarietà a base di alcuni dei prodotti tipici locali (vino, olio, formaggio) e naturalmente fiori e piantine. L’iniziativa dal titolo “Aspettando ‘l’8 Marzo” vedrà protagoniste le donne imprenditrici del Candia dei Colli Apuani, tra le realtà dell’agricoltura più duramente colpite dall’alluvione.

Fonte: Coldiretti

Leave a Reply