Giornata Memoria, Ban Ki-moon: non c'è futuro senza ricordare passato

By 27 Gennaio 2014 Marzo 5th, 2017 Attualità

Quest’anno, l’osservanza della Giornata della Memoria del 27 gennaio ricorre in un momento in cui tutto ci ricorda quanto è pericoloso dimenticare“. E’ Ban Ki-moon a parlare, in un intervento pubblicato su ‘La Stampa’.

Quest’anno segna due decenni dal genocidio in Ruanda. I conflitti in Siria, Sud Sudan e Repubblica Centrafricana hanno assunto dimensioni pericolose. L’intolleranza permea ancora la nostra società e politica. Il mondo può e deve fare di più per distruggere quel veleno che ha condotto ai campi di concentramento”. E aggiunge “non possiamo costruire il futuro senza ricordare il passato; quello che è successo una volta rischia di ripetersi“.

Il segretario generale dell’Onu ricorda la sua visita a Auschwitz-Birkenau (i cui cancelli furono chiusi proprio il 27 gennaio). “A pochi passi dal crematorio di Auschwitz mi presi un momento per riflettere. Toccai un recinto di filo spinato – non più elettrificato ma ancora tagliente e minaccioso. Mi sentii sopraffatto dall’enormità di ciò che era accaduto in quel luogo e ammirai il coraggio e il sacrificio dei soldati e dei leader delle nazioni che avevano sconfitto la minaccia nazista“.
La mia speranza – ha infine auspicato il segretario – è che la nostra generazione e quelle a venire sappiano attingere a quello stesso senso di obiettivo comune, per impedire che un tale orrore torni a verificarsi – in qualsiasi luogo e a qualsiasi individuo o gruppo – per costruire un mondo di uguaglianza per tutti“.

Leave a Reply