Vanessa Marzullo, la cooperante bergamasca rapita e poi liberata in Siria si è affacciata alla porta della casa in cui è tornata a Verdello per salutare i tanti giornalisti presenti. La ragazza, visibilmente stanca, ha fatto un gesto di saluto e si è limitata a dire ”grazie”. In precedenza, sollecitata dai cronisti, ha confermato di… Trovi questa notizia anche sul nostro aggregatore BuoneNotizie PLUS. Scaricalo gratuitamente sul tuo iPhone o smartphone Android!

Continua a leggere…

Riscopri anche tu il piacere di informarti!

Il tuo supporto aiuta a proteggere la nostra indipendenza consentendoci di continuare a fare un giornalismo di qualità aperto a tutti.

Sostienici

Leggi anche: Liberate Greta e Vanessa, le due volontarie italiane rapite in Siria

 

Condividi su:
Avatar photo

BuoneNotizie.it

Dal 2001, BuoneNotizie.it raccoglie e pubblica notizie positive e costruttive per farti riscoprire il piacere di essere informati. Crea la tua dieta mediatica e scopri cos'è il giornalismo costruttivo.

Riscopri anche tu il piacere di informarti!

Il tuo supporto aiuta a proteggere la nostra indipendenza consentendoci di continuare a fare un giornalismo di qualità aperto a tutti.

Sostienici