Gestire ansia e stress è indispensabile per il successo di impresa

Secondo una ricerca sulla relazione tra gli stili di vita e lo stress, promossa da Assosalute nel 2018, quasi 9 italiani su 10 soffrono di disturbi legati al gestire ansia e stress.

A peggiorare la situazione oggi la nostra vita è stata completamente stravolta dalla pandemia e dalle misure di prevenzione che stanno influenzando profondamente le nostre abitudini più consolidate.

Secondo un’indagine di maggio 2020, richiesta dal Consiglio nazionale dell’Ordine degli psicologi, il 63% degli italiani soffre di insonnia, mal di testa, mal di stomaco, ansia, panico e e depressione e si definisce “molto o abbastanza stressato”, mentre il 43% è consapevole di vivere in “un livello massimo di stress”.

Ansia e stress sono ulteriormente amplificati dal senso di incertezza per il futuro: preoccupazione rispetto al posto di lavoro e adattamento a nuove modalità operative (lavoro da casa, nuovi orari, nuove regole per gli accessi e la permanenza nei luoghi di lavoro), paura per sé e i propri cari.

E, soprattutto, incertezza riguardo la prossima evoluzione di queste condizioni che aumenta l’ansia di perdere il controllo sulle nostre scelte.

Gestire ansia e stress influenza le prestazioni e i risultati aziendali

Sono note le ricadute economiche della Covid-19 e anche le aziende che stanno riprendendo le attività devono tenere in considerazione nuove condizioni di lavoro ma anche nuovi stati emotivi e psicofisici dei loro collaboratori.

Stare bene nel proprio ambiente di lavoro, dal punto vista fisico, emotivo e relazionale è fondamentale perché le persone si impegnino nel raggiungimento dei risultati aziendali e nella ricerca di soluzioni innovative ai problemi.

In questi anni sono sempre più numerose le aziende che mostrano apertura verso le proposte che, anche in forme meno convenzionali, possono migliorare la qualità degli ambienti di lavoro ed incidere sul benessere psico-fisico dei collaboratori attraverso metodi in grado di gestire ansia e stress.

…continua a leggere

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.