“Cogito ergo sum”

Cartesio

Penso dunque sono! Diceva il famoso filosofo. Ma ci sono persone capaci non tanto di avere pensieri nuovi e costruttivi, ma solo di avere certezze o convinzioni. E spesso le convinzioni errate ci portano lontano dal benessere perché sono gabbie in cui collochiamo i nostri pensieri.

Le convinzioni, specie quelle su noi stessi, sono prigioni mentali che fanno invecchiare precocemente. Le più pericolose sono quelle che riguardano gli errori commessi o le scelte sbagliate che condizionerebbero tutta la nostra esistenza. L’anima vive solo nel presente e si rinnova in ogni istante, indipendentemente da quel che hai fatto ieri. Per comprenderlo e restare giovani il più a lungo possibile, eliminando ogni idea statica che avete di voi stessi.

“Non trasformare i tuoi pensieri nelle tue prigioni”

William Shakespeare

Fateci caso: le persone che invecchiano più velocemente, che ingrassano e che acquistano nuove rughe, sono quelle che vivono con la malinconia di ciò che non ha funzionato ieri, prevedendo il domani con una visione pessimistica. Mentre dimenticano l’oggi.

Il pensiero di chi si guarda spesso indietro è spesso nostalgico e aggiunge ansia per il futuro, perché le sue convinzioni lo bloccano. Quando capiranno realmente che il mondo andrà comunque avanti, nel bene e nel male, anche senza le loro convinzioni, avranno capito finalmente che sono pensieri inutili, poiché non producono nulla di nuovo, né per loro né per gli altri.

Per vivere davvero bene e felici non servono prigioni. Le convinzioni sono pensieri incancreniti, ostinazioni dannose. Servono idee produttive e costruttive. Quindi, elimina le scorie e le idee che non portano a nulla, perché sostano nella tua mente dandole solo un ulteriore inutile peso. Eliminando le tue vecchie convinzioni, sarai pronto a volare con leggerezza. La felicità vuole le menti libere e si allontana da quelle impegnate su pensieri inutili e improduttivi!

Dunque, se state faticando nella vita per ritrovare voi stessi, siate meno rigidi e ogni tanto, perché no, perdetevi nella bellezza di nuovi e più audaci pensieri. “Perdersi” è la parola magica per ritrovare l’armonia interiore, scompaiono gli affanni, spariscono quei noiosi e monotoni pensieri sempre uguali, ne arrivano di nuovi e stimolanti.

È per questi ultimi vale la pena vivere!

Tratto dal libro “La felicità? Ve la do io!”

Leggi anche:

La felicità? Puoi raggiungerla anche adesso, se conosci questo segreto…

La nostra mente può tutto: condurci verso la felicità o allontanarci da lei

Vuoi sapere la verità? Stai vivendo nell’epoca migliore di sempre