Il Covid cambia gli eventi culturali e li porta nelle case degli italiani

A causa dell’emergenza sanitaria, i tradizionali concerti di Natale e Capodanno saranno disponibili in streaming sulle smart Tv, sui cellulari, tablet e pc. Un modo sia per evitare i contagi, sia per rendere la cultura accessibile a tutti.

Il 7 dicembre il tradizionale appuntamento della Prima del Teatro alla Scala di Milano è stato trasmesso su Rai1 e in streaming online. L’orchestra era in platea, il coro ha cantato dal palco e il pubblico a casa. “…a riveder le stelle”, per la regia di Davide Livermore, con l’orchestra diretta dal maestro Riccardo Chailly e ventiquattro cantanti, ha ottenuto ottimi ascolti.

Così com’è stato un successo la prima della “Cavalleria Rusticana” dell’Orchestra e Coro del Teatro San Carlo di Napoli. La prima è stata trasmessa su Facebook il primo dicembre con quarantamila i biglietti venduti al prezzo simbolico di 1 euro e 9 centesimi. Il concerto è disponibile on demand dal 17 al 23 dicembre sul sito del Teatro.

I prossimi concerti di Natale e Capodanno in live streaming

Il Teatro dell’Opera di Roma propone una ricca offerta: dal “Barbiere di Siviglia” online fino al 31 dicembre, al Concerto sinfonico del maestro Daniele Gatti il 18 dicembre e ancora fino al 22 dicembre l’opera di Giuseppe Verdi “Les vêpres siciliennes” (“I vespri siciliani”). Ricca anche la stagione digitale dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia. Il prossimo appuntamento è il 18 dicembre alle 20.30 con “Christmas with Bach” diretto dal maestro Trevor Pinnock.

Nella Chiesa di San Luigi dei Francesi a Roma, ma soprattutto in streaming, il 23 dicembre alle 21.30 è in programma Your Christmas Concert 2020”. Nel concerto del violinista elettrico Andrea Casta la musica sacra incontra la musica pop. Casta sarà accompagnato dalla cantautrice Martina Attili, stella del talent show X-Factor, dal chitarrista elettrico Jacopo Mastrangelo, che dalla terrazza di Piazza Navona è diventato uno dei protagonisti della musica durante il lockdown, e da Davide Gobello, chitarrista e produttore pop.

Il Teatro La Fenice di Venezia il 19 dicembre trasmetterà in streaming il “Concerto di Natale” sotto la direzione musicale di Gianluca Capuano. Dal 29 dicembre al primo gennaio sarà online il “Concerto di Capodanno”. Come da tradizione, il programma musicale è in due parti: la prima esclusivamente orchestrale e la seconda parte dedicata al melodramma. Infine due pagine di Giuseppe Verdi.

Il sito del Teatro Regio di Parma si arricchisce della sezione “Il Regio a casa tua”, la biblioteca multimediale dove vedere le opere e i concerti del teatro. Il 31 dicembre alle 21.00 il Teatro Regio propone “Il pipistrello Die Fledermaus”, operetta in tre atti su libretto di Carl Haffner e Richard Genée.

Anche il tradizionale Concerto di Capodanno della Filarmonica di Vienna quest’anno sarà senza pubblico. Il concerto del primo gennaio sarà diretto dal maestro Riccardo Muti e, come ogni anno, sarà trasmesso in 90 Paesi.

Prospettive future: la piattaforma streaming della cultura italiana

L’offerta musicale di Natale e Capodanno continua in streaming al Teatro Regio di Torino con il RegioALive, al Teatro Giuseppe Verdi di Salerno con oltre 15 spettacoli, ai Teatri di Piacenza con “Il barbiere di Siviglia” il 24 e con il “Concerto di San Silvestro” il 31 dicembre.

La cultura italiana si è adeguata all’emergenza sanitaria, ma la chiusura di teatri, musei e auditorium ha colpito l’economia di queste istituzioni che si reggono soprattutto sugli incassi.

Con ”l’obiettivo di sostenere il settore delle performing arts, particolarmente colpito nel corso di quest’anno dalla pandemia da Covid-19″ e di diffondere la cultura italiana nel mondo, il Ministro per i beni e le attività culturali Dario Franceschini, durante il lockdown, aveva lanciato l’idea di una piattaforma digitale della cultura italiana.

Con l’approvazione del decreto rilancio e dei decreti attuativi il Ministro Franceschini ha annunciato che “il Netflix della cultura” sarà online a fine febbraio. La nuova piattaforma sarà divisa in canali dedicati alle arti, come l’opera, il teatro, la musica, l’arte. Ospiterà le grandi realtà culturali, ma sarà aperta anche a quelle più piccole. Attraverso la piattaforma si potrà accedere a un’offerta ampia e diversificata in parte a pagamento e in parte gratuita.

Ma per gli artisti la presenza del pubblico è fondamentale. Riccardo Chailly, direttore musicale del Teatro alla Scala, ha affermato: “L’avanzamento tecnologico è solo un accrescimento. La presenza è imprescindibile”. Nella speranza di poter tornare ad ascoltare la musica dal vivo, per ora godiamoci i concerti di Natale e Capodanno in streaming comodamente a casa.

LEGGI ANCHE:

Il concerto in streaming sostituirà l’esperienza reale?

Covid-19: cinema e teatri sono tra i luoghi più sicuri

Musica e fumetti contro il Covid

ISCRIVITI SUBITO ALLA NEWSLETTER e RICEVI L'ESTRATTO GRATUITO del primo libro mai scritto in Italia sul Giornalismo Costruttivo!