Guida ai musei accessibili per disabili

di 4 Maggio 2009Cultura

Forse il tempo non è ancora dei migliori, le piogge che si stanno facendo sentire in questi giorni su tutto il territorio nazionale allontanano l’arrivo della primavera, ma la voglia di uscire, la voglia di belle giornate assolate non manca. Il problema è la mobilità, con i casi di chi è “recluso in casa”. E chi si trova in questa situazione, cosa fa? Ad esempio per visitare una città d’arte e i suoi musei, il portale disabili.com offre un nuovo ed importantissimo manuale online con tutto quello che serve per muoversi in mostre e musei accessibili. Divisa per regioni, la guida proposta presenta una lista semplice da leggere e ricca di informazioni su tutti i musei e le mostre nazionali accessibili, così da superare, almeno in parte, gli ostacoli che frenano le persone con disabilità di poter godere dell’arte e della cultura nazionali.

Andare al museo costituisce sicuramente un modo costruttivo e intelligente di impiegare il proprio tempo libero, o di approfondire i propri studi scolastici, soprattutto di sentirsi parte di una storia, cosi ricca e ben documentata nel nostro Paese, o semplicemente di aguzzare il proprio senso estetico nei confronti della realtà e della vita. Ma è davvero sempre possibile farlo? Per tutti? Purtroppo ancora oggi non sono molti i musei italiani che hanno predisposto soluzioni valide per l’accessibilità dei loro spazi e la fruibilità e delle loro raccolte agli utenti disabili. E così quell’incontro che poteva rivelarsi piacevole, si trasforma in una frustrante odissea tra rampe infinite di scale, bagni stretti, vetrine troppo alte, pannelli esplicativi concepiti per docenti universitari, nessun ausilio per non vedenti. Da qui nasce l’esigenza per la realizzazione di questa guida ai musei accessibili, suddivisa per regioni: strumento pensato per organizzare al meglio la propria visita e renderla un’esperienza degna di essere ripetuta.

La guida online è suddivisa per regioni (ognuna introdotta da un resoconto sullo stato del turismo accessibile per la promozione di una cultura senza barriere), all’interno di queste compare la lista dei musei accessibili di quella regione. Ogni museo è introdotto da una piccola descrizione storica e logistica della struttura, delle collezioni esposte. Seguono poi tutte le informazioni principali, quali l’indirizzo della struttura, il numero di telefono e di fax, l’indirizzo web e l’e-mail, gli orari di apertura e il costo del biglietto. Infine, tutte le informazioni sull’accessibilità del museo: la presenza o meno di un’ascensore a norma e di barriere architettoniche, di servizi igienici per disabili e di servizi particolati, la possibilità di usufruire di audio-guide e di riduzioni. Le informazioni presenti in queste pagine sono state reperite grazie alla collaborazione del personale dei Musei e ai rispettivi siti web.

Il servizio offre, nella sezione turismo accessibile presente sul sito, un elenco di strutture alberghiere, B&B, Agriturismi e case Vacanze, dove trascorrere un piacevole soggiorno senza alcun tipo di barriere. Le strutture presenti nella lista hanno auto-certificato il loro livello di accessibilità mediante la compilazione di un’apposita scheda. Infine il portale ha recensito una serie di servizi, agenzie e associazioni specializzate in turismo senza barriere, a cui poter ricorrere per organizzare una vacanza o un viaggio, o anche solo per farvi un’idea generale. Itinerari internazionali, impegnativi per durata, ma estremamente affascinanti, o escursioni fuori porta, gustosi tour enogastronomici, o viaggi di pochi giorni nelle regioni più pittoresche della penisola.

(Nella foto, una rampa per rendere accessibile la chiesa S. Ignazio da Loyola in p.zza S. Ignazio a Roma).

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.