SMS gratis per il secondo sciopero dei messagini

di 4 Settembre 2009Economia, Video

La ribellione è partita in luglio dagli utenti di Facciamocisentire.com e si è subito diffusa grazie al tam tam della rete. Decine di migliaia di persone si sono mobilitate firmando la petizione e aderendo allo “Sciopero degli Sms”. Alcune migliaia si sono anche iscritte al gruppo Facebook “Sciopero degli Sms…” (www.facebook.com/group.php?gid=124336945271).

Su YouTube un video, realizzato dal team di www.spaccasms.it, racconta l’iniziativa facendo una parodia del famoso spot della Coca-Cola. La protesta è nata dopo che una norma della Commissione europea ha stabilito in 11 centesimi più Iva l’invio di un sms nella comunità, mentre in Italia alcuni operatori fanno pagare ancora 15 centesimi per ogni messaggino.

Partendo da queste considerazioni, il “Mister Prezzi” italiano, Roberto Sambuco, ha deciso di aprire un dossier sui prezzi degli Sms e ha convocato gli operatori mobili italiani, riservandosi di intervenire con alcune proposte al governo volte a modificare la legislazione. La comunità della rete e gli italiani attendono quindi qualche intervento concreto e risolutore, altrimenti, per il primo ottobre, Facciamocisentire.com ha già indetto il Secondo Sciopero degli Sms: ancora una volta gli sms non verranno inviati tramite gli operatori telefonici ma tramite sistemi alternativi che permettono di inviarli gratis scavalcando le compagnie di telecomunicazione, come per esempio www.spaccasms.it. I consumatori si aspettano dunque dei cambiamenti.

(Fonte: DailyNet n.151 – 4 settembre ’09)

UNISCITI A NOIScopri finalmente come informarti senza allarmismo, titoli strillati e fake news!

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.