Prevenzione infortuni: stop all’alcool in pausa pranzo

By 30 Aprile 2010 Economia, Lavoro

E’ partita in questi giorni la campagna di sensibilizzazione per contrastare gli incidenti sul lavoro connessi all’assunzione d’alcool. “Basta alcool a pausa pranzo” è un’iniziativa promossa da Puntosicuro, primo quotidiano d’approfondimento sulla sicurezza del lavoro, con il patrocinio di Aifos (Associazione Italiana Formatori Sicurezza sul Lavoro). Il presupposto di partenza di questa campagna informativa risiede sui rischi d’infortunio che aumentano considerevolmente quando si assume alcool.

Secondo le stime più accreditate l’assunzione di due bicchieri di vino raddoppia il rischio d’incidenti. Quando il numero di bicchieri passa a tre o quattro, il rischio aumenta di sei volte rispetto alle condizioni di sobrietà. L’Oms (Organizzazione Mondiale della Sanità) stima che il 10-30% degli incidenti (soprattutto nell’edilizia e agricoltura) è collegabile all’abuso d’alcool. In Italia ogni anno sono denunciati circa 940 mila infortuni sul lavoro, di cui una fascia che oscilla tra 37 mila e 188 mila dovuta all’assunzione di alcool.

La legge 125 del 2001 prevede il divieto assoluto di bere e somministrare alcool per i lavoratori ad elevato rischio (edilizia, trasporti, ecc.) riconosciuti attraverso l’Accordo Stato Regioni del 2006.

Obiettivo della campagna di sensibilizzazione rivolta a lavoratori, aziende e imprese, è proprio quello di estendere a tutti il divieto di assumere alcool durante l’orario di lavoro, perché risulta difficile trovare possibilità organizzativo-contrattuali e stabilire con esattezza la modica quantità.

Una pagina di discussione aperta su Facebook integra la diffusione di questa campagna di sensibilizzazione indirizzata prevalentemente ai luoghi di lavoro.

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.