Facebook si avventura nel mondo dei prestiti

By 6 Dicembre 2011 Consumi, Economia

 La necessità di disporre di denaro liquido sta diventando sempre più impellente in un numero sempre crescente di italiani che, per riuscire a racimolare anche piccole somme, si ingegnano vagliando tutte le opzioni possibili.

Accanto alla strada più tradizionale dall’informarsi sui prestiti personali, individuando le formule più idonee a rispondere alle esigenze di ognuno, c’è chi non disdegna l’ipotesi di rivolgersi al web anche in modo non del tutto convenzionale.

Gli utenti che accedono alla rete per svagarsi sono milioni, ma è in crescita il numero delle persone che si rivolgono soprattutto ai social network anche per motivazioni totalmente differenti, di natura più pratica.
Abbiamo già visto come Facebook venga utilizzato per trovare lavoro, ma a quanto pare le sue funzionalità sono destinate ad ampliarsi: grazie a “Send Money”, una nuova applicazione, i suoi iscritti potranno inviare e ricevere denaro. Si apre così la nuova era dei prestiti personali sui social network.

“Send Money” non è il primo né l’unico servizio on line che permette ai privati di scambiarsi denaro, tuttavia potrebbe avere una portata rivoluzionaria, grazie alla sua facilità di utilizzo e all’enorme quantità di utenti che potrebbero accedervi (circa 800 milioni di profili attivi su Fb). L’applicazione usa il noto sistema di pagamento PayPal, che permette di effettuare transazioni in completa sicurezza, senza dover inserire il numero della propria carta di credito. Inoltre, dato che l’80% degli utenti in possesso di un account PayPal è dotato anche di un profilo Fb, se ne può facilmente prevedere un buon andamento.
Per utilizzare i nuovi prestiti on line di “Send Money” basta utilizzare il solito sistema intuitivo che ha reso famoso Facebook in tutto il mondo: basta scegliere un’opzionale cartolina elettronica d’accompagnamento, selezionare il beneficiario e l’importo da inviare, poi con un click il gioco è fatto. Per di più, Facebook non trattiene commissioni sullo scambio di denaro, al contrario di PayPal che prevede un prelievo standard di 30 centesimi di euro.

Grazie a “Send Money” è possibile, per gli utenti Fb, richiedere prestiti ai propri contatti, ma anche inviare e ricevere regali sottoforma di denaro, donazioni, rimborsi o altro. Per le aziende potrebbe trattarsi di una nuova occasione per stringere rapporti con i clienti. Ovviamente non è detto che i “friends on Fb” siano disposti a finanziare progetti onerosi: in questo caso ci si dovrà rivolgere alle soluzioni di credito già collaudate (come i prestiti bancari ) per le quali internet può rivelarsi un utile alleato, soprattutto attraverso i comparatori on line che offrono un quadro chiaro e trasparente delle migliori offerte di prestito di numerose banche e finanziarie e che permettono di trovare le soluzioni più adatte ad ogni esigenza.

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.