Internet: entro giugno il pacchetto Digitalia

By 20 Aprile 2012 consumi, Economia

Avere una connessione internet rapida ed efficiente è ormai un’esigenza di molte imprese e famiglie. Proprio per questo motivo è divenuto di importanza fondamentale cercare le tariffe adsl più convenienti per dotarsi della formula che, al miglior prezzo, garantisca la possibilità di connettersi stabilmente alla rete senza limiti di tempo. Il primo elemento da valutare, prima ancora di procedere con il confronto delle tariffe, sono le proprie esigenze, ossia quanto e come si naviga. Se, ad esempio, si effettuano molti dowload o si utilizzano servizi di cloud computing sarà opportuno scegliere un’offerta con una connessione internet superveloce; al contrario, se si naviga su siti di informazione o di e-commerce sarà sufficiente una connessione di 10 o 20 Mbps.
Proprio l’e-commerce in questi ultimi tempi sembra rappresentare l’anima del web: grazie alla semplicità e alla vantaggiosità degli acquisti online sono sempre di più utenti che si dedicano allo shopping online. Il motivo di questo boom degli acquisti sul web probabilmente è dovuto anche alla maggiore affidabilità dei sistemi di pagamento dei siti di e-commerce, che induce gli utenti ad usare con maggiore tranquillità le loro carte di credito. È quindi sufficiente trovare una carta di credito conveniente, ma anche una prepagata se non si vuole aprire un conto corrente, per poter effettuare acquisti in tutta libertà e sicurezza.

Bisogna tuttavia specificare che il nostro Paese soffre molto del digital divide: non in tutte le zone, infatti, ci sono le stesse possibilità di accesso alla tecnologia ed in particolare la velocità di navigazione è profondamente diversa tra le regioni del Nord e del Sud.
Il tema è già emerso tempo fa in sede europea e per porvi rimedio è stata elaborata un’Agenda Digitale comprensiva di diversi punti sui quali lavorare per implementare l’efficienza di internet e soprattutto la sua diffusione nel nostro Paese.

All’inizio dell’estate entrerà in vigore il nuovo pacchetto di norme mirate alla digitalizzazione delle imprese e del nostro sistema Paese, messo a punto dal Governo Monti. Una maggiore copertura per le connessioni internet adsl, incentivi per i siti di e-commerce e buone possibilità di risparmio per gli utenti: questi sono solo alcuni degli obiettivi che il pacchetto punta a raggiungere.
Da una parte il Ministro dello Sviluppo Economico, Corrado Passera, intervenuto al primo “Italian Digital Agenda Annual Forum” promosso da Confindustria Digitale, ha stabilito il mese di giugno 2012 quale termine ultimo per il varo del pacchetto Digitalia. Dall’altra, proprio il presidente di Confindustria Digitale, Stefano Parisi, ha assicurato una piena collaborazione da parte delle imprese italiane dell’ICT nei confronti del Governo.

E ancora, la stessa Confindustria Digitale ha presentato un possibile piano per l’attuazione dell’Agenda digitale, stabilendo cinque linee guida. Prima di tutto il pacchetto dovrà andare ad incrementare uno sviluppo della domanda di servizi on line, sia pubblica che privata, investendo la Pubblica Amministrazione, con lo switch-off di scuola e sanità.
Per quanto riguarda le famiglie, Confindustria Digitale propone di istituire l’IVA al 10% per gli acquisti effettuati online e l’IVA al 4% per i contenuti editoriali online. Digitalia andrà, comunque, più in generale a sostenere gli investimenti nelle reti a banda larga e nella fibra ottica, andrà a riformare il diritto d’autore e a favorire maggiormente i pagamenti elettronici con carta di credito.
Alle proposte di Confindustra Digitale, andrà ad aggiungersi anche quanto contenuto nella proposta di legge “Disposizioni per lo sviluppo dei servizi elettronici e digitali”: contribuiti per le famiglie prive di connessione Internet e riduzione dell’IVA per le transazioni on line, sono solo alcune delle iniziative contenute nella proposta di legge.

 

Leave a Reply