Più efficienza grazie a 58 nuovi progetti

di 12 Settembre 2012Economia, Risparmio

Gran parte degli italiani avverte la necessità di risparmiare sui costi dell’energia. Diminuire i consumi di luce e gas, infatti, non solo comporta dei benefici dal punto di vista del dispendio economico, ma ci consente anche di diminuire l’impatto ambientale dovuto al riscaldamento e all’illuminazione delle nostre case. Le compagnie che erogano la fornitura elettrica hanno predisposto molti prodotti ed offerte così da soddisfare i bisogni di tutti i consumatori. Di conseguenza è sempre consigliabile valutare quale sia la soluzione ideale per le nostre abitudini: confrontare le tariffe di energia dei maggiori operatori ci aiuterà ad individuare l’opzione più conveniente.

Una notizia positiva in fatto di efficienza energetica arriva dall’Autorità per l’energia elettrica e il gas (Aeeg) che ha approvato 58 progetti che miglioreranno l’uso dei titoli di efficienza energetica (Tee), meglio noti come Certificati Bianchi, soprattutto in ambito industriale. Secondo quanto stimato dall’Aeeg, il risparmio di energia che si dovrebbe riuscire ad ottenere con i nuovi progetti in tema di efficienza energetica, su base annua, sarà pari a 85.000 tonnellate equivalenti di petrolio (Tep).

L’obiettivo che i nuovi progetti intendono raggiungere è quello di una più efficiente razionalizzazione dei consumi, soprattutto per quanto riguarda gli usi termici e il gas naturale

Come ha tenuto a precisare l’Authority, una simile manovra non andrà in alcun modo a generare una diminuzione della qualità dei servizi erogati: le migliorie apportate, infatti, saranno possibili grazie all’installazione di tecnologie ad alta efficienza energetica.

Ad essere coinvolte nelle iniziative approvate dall’Autorità saranno principalmente società dei servizi energetici (85%), grandi consumatori che si avvalgono per legge della consulenza di un energy manager (13%) e distributori di elettricità o gas (2%).

L’adesione ai progetti consentirà ai soggetti coinvolti di ottenere i Certificati Bianchi per il risparmio energetico. I progetti appena approvati rappresentano un passo in avanti rispetto ai 726 già attuati dal 2005 ad oggi, e consentiranno il rilascio di circa 563.000 nuovi Tee.

 

In generale, il primo passo per risparmiare su costi della bolletta del gas e della luce è valutare quali sono le proprie abitudini e i propri stili di vita. Una scelta oculata in questo senso, infatti, permette di risparmiare fino al 30% sulla bolletta annua.

Una distinzione fondamentale da conoscere è quella tra tariffe monorarie e biorarie. Il primo tipo di tariffa prevede che il costo dell’energia sia unico, qualunque sia il momento in cui essa viene consumata: è quindi conveniente per chi distribuisce i propri consumi nell’arco dell’intera giornata e dell’intera settimana.

Le tariffe biorarie, invece, sono indicate per chi concentra i propri consumi la sera e nei fine settimana: prevedono, infatti, che l’energia consumata nelle fasce serali e nei weekend abbia un costo inferiore rispetto a quella consumata in altri momenti.

Un altro modo di risparmiare è controllare i consumi, ad esempio installando delle termovalvole e dei timer sui caloriferi.

Le termovalvole sono degli utili strumenti che permettono di regolare la temperatura di un ambiente autonomamente dalle altre stanze: in questo modo si può avere una temperatura confortevole in una stanza senza scaldare eccessivamente un’altra, magari al momento inutilizzata. Basterà regolare la temperatura su una scala graduata e la termovalvola regolerà automaticamente il flusso di acqua calda ai caloriferi,

Il timer, invece, permette di regolare l’accensione e lo spegnimento dei caloriferi, evitando gli sprechi senza rinunciare al comfort di una casa riscaldata quando si torna dal lavoro.

Seguendo questi e altri semplici accorgimenti sarà possibile ridurre notevolmente i consumi e quindi i costi della bolletta.

UNISCITI A NOIScopri finalmente come informarti senza allarmismo, titoli strillati e fake news!

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.