Fotovoltaico: polizze assicurative ad hoc contro danni e calamità

By 6 Ottobre 2012 Economia, Risparmio

Se è vero che l’unica assicurazione obbligatoria per legge è quella sulla responsabilità civile per l’automobile, è altrettanto vero che esistono una moltitudine di prodotti assicurativi che permettono di tutelare varie tipologie di beni: dalle polizze sulla casa a quelle per i viaggi. Dal momento che il mercato dispone di un’offerta molto diversificata, per scegliere le polizze più vantaggiose è necessario valutare attentamente i prodotti tenendo conto delle proprie esigenze. Per farlo possiamo confrontare le migliori assicurazioni del momento tra quelle delle principali compagnie così da trovare la soluzione più conveniente per ciascuno.

Ultimamente gli italiani sembrano essere interessanti alle polizze che tutelano gli impianti fotovoltaici: Il fotovoltaico ha incontrato il favore di milioni di italiani negli ultimi anni, soprattutto grazie agli incentivi del Quarto e Quinto Conto Energia. Ovviamente, l’investimento nel fotovoltaico richiede un notevole sforzo, dal punto di vista economico, da parte delle famiglie italiane: uno sforzo che spesso si traduce nella scelta oculata di stipulare assicurazioni a tutela dell’impianto FV installato.

Risparmiare sui costi dell’energia è una necessità comune a tutte le famiglie. Dopo aver scelto la tariffa più vantaggiosa si possono adottare alcuni accorgimenti per limitare i propri consumi, come ad esempio installare termovalvole e timer sui caloriferi. Investire su un impianto fotovoltaico domestico, invece, permette di tutelare anche l’ambiente, oltre che di risparmiare sulla boletta. È però necessario proteggere il proprio investimento affinchè duri nel tempo e possa dare i suoi frutti. Sul mercato sono presenti diverse tipologie di coperture. Si va dalla classica “all risks” (una sorta di kasko per i pannelli fotovoltaici) alle tutele rispetto ad eventi particolari, come ad esempio le calamità naturali o i danni, diretti (la rottura dell’impianto) e indiretti (l’interruzione dell’erogazione dell’energia solare in seguito alla rottura).

Le compagnie possono anche offrire, previa richiesta, la garanzia in caso di furto dell’intero impianto o di sue parti, e la responsabilità civile per eventuali danni a terzi.

Guardando invece ai costi, questi subiscono variazioni a seconda della durata della coperture. La polizza può, infatti, essere rinnovata annualmente o estendersi direttamente al periodo di validità del Conto Energia (20 anni). Altri fattori che determinano delle differenze nei prezzi sono la dimensione dell’impianto e il tipo di edificio sul quale è stato installato.

Va ricordato che la polizza assicurativa sull’impianto fotovoltaico è, in realtà, un’integrazione della tradizionale assicurazione sulla casa. Questo vuol dire che, al momento della sottoscrizione, è sempre bene stare attenti alle clausole, soprattutto quelle relative alle coperture, alle franchigie e agli indennizzi massimi.

Le agenzie che offrono questo servizio sono molteplici: ci sono polizze Genialloyd, Allianz, Genertel, Cattolica e molte altre.  Si può stipulare una polizza assicurativa sull’impianto fotovoltaico in due modi, a seconda se i pannelli siano stati istallati con un apposito finanziamento o meno.

Nel primo caso l’assicurazione è inclusa nel contratto per il finanziamento e compre ogni tipologia di rischi, anche quelli causati da fenomeni atmosferici e sinistri di varia natura, ma anche difetti di costruzione, spese per i lavori di riparazione e furto.

Nel caso invece non si sia fatta richiesta di un finanziamento la polizza assicurativa può essere stipulata presso numerose agenzie. Confrontando i vari preventivi, si vedrò che per un impianto di 12mila euro il premio di assicurazione sarà tra i 100 e i 220 euro annui. Un prezzo accessibile, che spinge i consumatori a tutelare un investimento tanto importante per il bilancio famigliare quanto per la protezione dell’ambiente.

Chi installa un impianto fotovoltaico domestico, inoltre, può usufruire anche delle detrazioni fiscali, pari al 50% per una spesa fino a 65mila euro. Per risparmiare sui consumi di energia, inoltre, é bene considerare che, oltre a ricorrere all’istallazione di pannelli fotovoltaici per l’autonomia domestica, possiamo operare delle migliorie ai nostri immobili per mezzo di interventi di riqualificazione energetica così da ridurre gli sprechi ed incrementare l’efficienza.

 

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.