Le imprese italiane cercano oltre 65.000 candidati da assumere

By 26 Novembre 2012 Economia, lavoro

Presentatati a Job&Orienta 2012 i dati della ricerca di Excelsior/Unioncamere sui profili “introvabili”, sui titoli di studio più spendibili e sulle professioni con maggiore sbocco occupazionale.

In piena crisi e con un calo generalizzato della domanda di lavoro da parte del sistema produttivo, però, molti posti di lavoro rischiano comunque di rimanere vacanti perché i candidati sono difficili da reperire. Lo dice un approfondimento dell’analisi annuale del sistema informativo Excelsior di Unioncamere e Ministero del Lavoro, presentata a Job&Orienta, il salone nazionale dell’orientamento.

Su oltre 406.000 assunzioni non stagionali previste dalle imprese dell’industria e dei servizi per il 2012, ben 65.500 (pari al 16,1% del totale) sono segnalate dalle imprese per la “difficoltà di reperimento”.

Gli ingegneri sono i profili più difficili da trovare, gli infermieri i più ricercati. E mancano anche diplomati ad indirizzo tecnico e specialistico.

Fonte:  Encanta

BuoneNotizie.it

About BuoneNotizie.it

BuoneNotizie nasce nell'ottobre del 2001, inizialmente con il dominio .net. Da allora sono stati pubblicati oltre 8.000 articoli grazie al contributo gratuito di oltre 1.500 utenti, di cui alcuni sono diventati giornalisti pubblicisti grazie allo stage remunerato annesso al percorso di formazione dell'Associazione Italiana Giornalismo Costruttivo per diventare giornalista pubblicista.

No Comments

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.