Le migliori assicurazioni per chi va in bicicletta

By 27 Novembre 2012 Economia, risparmio

Il mercato delle polizze assicurative è sempre più dinamico e attento a varie tipologie di utenti, che possono valutare il prodotto più conveniente tenendo conto anche delle proprie esigenze specifiche. Sebbene in Italia il costo delle polizze si attesti su valori abbastanza elevati é possibile risparmiare sul premio assicurativo annuo confrontando le assicurazioni migliori tra quelle delle principali compagnie.

Tra le varie opportunità del mercato delle assicurazioni ci sono prodotti specifici studiati per chi vuole assicurare la propria vacanza, la casa o la bicicletta. Gli amanti delle due ruote in questo modo possono sentirsi sempre più sicuri. La Fiab (la Federazione Italiana Amici della Bicicletta) – insieme a Ecf, la Federazione Europea dei Ciclisti, e il movimento “Salvaiciclisti” – ha chiesto a Governo e Parlamento che i  venissero predisposte assicurazioni per chi va al lavoro in bici, in modo che tali consumatori siano tutelati con delle polizze che prevedano infortuni “ad hoc”.

FIAB (Federazione Italiana Amici della Bicicletta onlus) e Touring Club, infatti, dispongono delle più interessanti offerte di assicurazioni per la bicicletta e per il ciclista.

1) Infatti non è sempre un’impresa semplice stipulare una polizza, e spesso è necessaria una “guida” per orientarsi tra le varie proposte. Alcune associazioni FIAB, quindi, offrono la possibilità, previo tesseramento all’associazione, si sottoscrivere una polizza su misura per i ciclisti. L’assicurazione prevista offre una copertura per il ciclista di 24 ore su 24 ad un costo di 3 euro all’anno anno per i soci e per le associazioni. La cifra annua, invece, ammonta a soli 30 centesimi di euro all’ora per chi non fosse socio.

Oltre a questo, FIAB offre la possibilità di stipulare un’assicurazione contro gli infortuni, al costo di 90 euro all’anno per i soci e le associazioni e di 90 centesimi all’ora per i non soci.

2) Diversa, invece, la proposta fatta dal Touring Club, con la sua “Touring Bici Assistance”: questa prevede, infatti, un costo annuo pari a 20 euro e comprende i seguenti servizi:

  • Assistenza ciclistica con mezzo di soccorso sul posto in caso di foratura o rottura del mezzo a più di 10 km di distanza dalla propria residenza. Precisiamo comunque che si tratta di un soccorso completamente gratuito solo nel caso in cui il ciclista debba esser accompagnato per una distanza non superiore ai 40 km dal punto in cui è stato prelevato.
  • Possibilità di organizzare la spedizione della bici e chiedere il rimborso spese fino ad una soglia massima di 150 euro.
  • Organizzare il proprio rientro in treno o in aereo, entro una spesa massima di 250 euro.
  • Invio di un medico in caso di infortunio e possibilità di rimpatrio sanitario.
  • Protezione della bicicletta mediante targa identificativa e libretto dei dati, e identificazione presso il Registro Italiano Bici.

3) Per chi, infine, volesse assicurare la propria bicicletta contro un possibile furto, la soluzione migliore sembra esser quella proposta da Easy Tag con la sua “BiciSicura Plus 1”. Si tratta di una polizza stipulabile per una bicicletta del valore fino a 500 euro.

L’indennizzo copre il 90% del valore assicurato, inclusa l’IVA per i privati, e viene normalmente corrisposto entro 30 giorni dalla ricezione della richiesta.

 

In generale, comunque, per trovare l’assicurazione più vantaggiosa, non solo per l’automobile, è necessario confrontare tra loro le proposte delle varie compagnie, facendo attenzione anche a leggere in fogli informativi delle polizze, così da informarsi su eventuali costi aggiuntivi, sulle garanzie comprese nel premio e sui massimali previsti.

Attualmente, le polizze più vantaggiose sul mercato sono sicuramente quelle delle compagnie assicurative online, che non dovendo sostenere molti costi di gestione, come quelli per l’amministrazione delle filiali, possono proporre ai clienti prezzi più vantaggiosi.

Tuttavia, è bene ricordare che se si sottoscrive una polizza online, la maggior parte degli adempimenti andranno effettuate tramite pc: perciò se riteniamo di non aver abbastanza dimestichezza con questo strumento o preferiamo il contatto “fisico” con un operatore, allora sarà meglio rivolgersi a una compagnia assicurativa tradizionale.

 

Leave a Reply