Bollette pazze, è online il primo corso per la conciliazione

di 14 Maggio 2013Consumi, Economia

Le associazioni dei consumatori promuovono la conciliazione come strumento per risolvere le controversie sulle bollette pazze. 

Risparmiare su luce e gas è fondamentale per alleggerire le spese fisse che incidono maggiormente sul reddito dei cittadini. Il mercato dispone di svariate offerte ed opportunità che vanno ponderate con cura al fine di scegliere l’offerta migliore. In questi casi confrontare le migliori tariffe per l’energia elettrica può aiutare notevolmente i consumatori ad individuare in fretta il prodotto più conveniente.

Per chi lavora nel campo dell’energia fino alla fine del mese i conciliatori e gli operatori degli sportelli delle associazioni dei consumatori possono partecipare al primo corso gratuito di formazione online. Si tratta di una modalità inedita per l’aggiornamento professionale, che ha l’obiettivo di rendere la conciliazione paritetica uno strumento semplice, rapido ed efficace per la risoluzione extragiudiziale delle controversie nella fornitura di energia elettrica e gas.

Il corso, disponibile per tutto il mese sul sito di Eni luce e gas, combina lezioni frontali con riprese dal vivo, tutorial e testimonianze di formatori esperti provenienti da Eni o dalle principali associazioni dei consumatori attive nel nostro Paese. A conclusione è prevista una prova che, se superata, dà diritto all’utilizzo della conciliazione anche nel settore dell’energia elettrica.

Il video è stato ripreso dal vivo, durante uno dei nostri corsi di formazione per sportellisti e conciliatori ed è stata un’occasione interessante anche dal punto di vista multimediale perché sono state messe in relazione diverse attività” – ha illustrato Ovidio Marzaioli, Responsabile energia del Movimento Consumatori, intervenuto nel video in qualità di formatore.

Marzaioli ha approfittato del suo intervento per mettere in luce i benefici della conciliazione, anche nel settore energetico: “E’ importante sottolineare il ruolo che svolge la negoziazione paritetica in un periodo tanto difficile come quello attuale che il Paese intero sta vivendo. Si tratta di un ulteriore strumento che si affianca alla giustizia ordinaria e va incentivato sempre più anche perché trasforma il rapporto tra azienda e consumatore da conflittuale a collaborativo”.

Oltre a questa partnership con Eni, le Associazioni dei consumatori sono impegnate attraverso il Consumers’ Forum in una serie d’incontri formativi, che nei prossimi mesi si svolgeranno in tutte le principali città italiane. “Da maggio a dicembre – ha, infine, conclusi Marzaioli – faremo altri 12 corsi di formazione conciliatori sempre nel settore dell’energia e poi in altri settori, con tutte quelle aziende che con noi hanno sottoscritto protocolli di conciliazione”.

 

UNISCITI A NOIScopri finalmente come informarti senza allarmismo, titoli strillanti e fake news!

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.