Fondi per la ricerca: dall'Europa 400 milioni di euro per 287 giovani ricercatori

Il Consiglio europeo della ricerca (CER) ha selezionato 287 scienziati di alto livello a inizio carriera cui concedere un finanziamento nell’ambito del sesto concorso per sovvenzioni di avviamento (Starting Grant competition) che permetterà loro di svolgere attività di ricerca fondamentale all’avanguardia. I ricercatori beneficeranno di sovvenzioni fino a 2 milioni (quasi 400 milioni di euro è il totale messo a disposizione),  per un periodo massimo di cinque anni.
La concorrenza per questi prestigiosi riconoscimenti è in continuo aumento, con una domanda complessiva di sovvenzioni cresciuta quest’anno del 50%. È aumentata anche la percentuale di ricercatrici assegnatarie: dal 24% al 30% del totale dei candidati.
Il bando per sovvenzioni di avviamento conclude il settimo programma quadro di ricerca dell’UE (7º PQ), e le prossime sovvenzioni rientreranno nell’ambito del nuovo programma UE di ricerca e innovazione Orizzonte 2020, all’interno del quale saranno messi a disposizione più  finanziamenti a favore della ricerca e del CER in particolare.

I progetti selezionati riguardano un’ampia varietà di argomenti e includono: la progettazione di un sistema di difesa costiera contro gli tsunami, lo sviluppo di alte tecnologie applicate alla radioterapia per aiutare i pazienti affetti da tumori alla testa e al collo, la ricerca sul monitoraggio dell’inquinamento atmosferico mediante GPS, la produzione di nuove tecnologie fotovoltaiche a basso costo e più efficaci e molto altro.

Máire Geoghegan-Quinn, Commissaria europea per la Ricerca, l’innovazione e la scienza, ha dichiarato “il Consiglio europeo della ricerca ha trasformato il panorama della ricerca per i giovani talenti e ha innalzato il livello del settore scientifico in Europa. Attraverso i finanziamenti alla ricerca fondamentale, sta contribuendo ad un ampliamento delle conoscenze umane, ma anche a scoperte che potrebbero, in futuro, entrare a far parte del nostro quotidiano. Il CER è ormai un marchio di eccellenza consolidato e acquisterà ancora più forza nell’ambito di Orizzonte 2020.

L’ultimo bando ha attratto 3 329 proposte, con un aumento del 50% rispetto alla tornata corrispondente dello scorso anno. A causa del sensibile aumento delle candidature pervenute, solo il 9% dei richiedenti è risultato assegnatario. Le sovvenzioni sono concesse a ricercatori di 34 diverse nazionalità provenienti da 162 istituti diversi di tutta Europa. L’età media dei ricercatori selezionati in questo sesto concorso è di circa 34 anni. Segnali positivi dalla UE.

 

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.