Prestiti: in Toscana microcredito per i disoccupati

By 27 Ottobre 2013 Economia, In evidenza

In collaborazione con 11 banche, la Regione Toscana ha stanziato 5 milioni di euro da erogare sotto forma di prestiti agevolati.

Sono numerosissimi i cittadini che richiedono liquidità agli istituti di credito. Il mercato bancario, infatti, ha predisposto tutta una serie di finanziamenti per accogliere le richieste dei consumatori. Per orientarci tra le varie opportunità del mercato la via più semplice è confrontare i migliori prestiti personali del momento tra quelli delle principali banche così da individuare agevolmente la soluzione più in linea con le necessità di ciascuno.

Secondo un’indagine recente dell’Osservatorio SuperMoney, inoltre, sempre più consumatori ritengono di poter estinguere le rate del prestito in breve tempo, passando dai 72,87 mesi relativi ai dati acquisiti a marzo ai 70,49 di settembre.

Buone notizie in merito al credito, inoltre, arrivano per i lavoratori toscani. La Regione, infatti, ha pensato di creare un fondo annuo di 5 milioni di euro della durata di tre anni, che garantirà a coloro che non ricevono uno stipendio da alcuni mesi di poter accedere ad un prestito personale agevolato di 3 mila euro.

Per garantire questi prestiti, la Regione Toscana ha siglato l’accordo con 11 istituti di credito che operano sul territorio (fra cui il Gruppo Monte Paschi di Siena). La misura economica è stata pensata per aiutare i lavoratori dipendenti residenti in Toscana, che non percepiscono lo stipendio da almeno due mesi o che sono in attesa di ricevere gli ammortizzatori sociali ed è destinata a chi non riesce ad accedere ai normali canali del credito, ovvero non può richiedere prestiti online.

L’iniziativa si rivolge anche alle famiglie con un solo reddito o in cui entrambi i coniugi si trovano nella medesima situazione. L’importo medio dei prestiti è di 3mila euro, erogati in un’unica soluzione e da restituire in 36 mesi. Coloro con i requisiti minimi per richiedere l’aiuto economico possono farsi aiutare dai sindacati per compilare la documentazione da inoltrare ad uno degli undici istituti bancari coinvolti nell’iniziativa.

La Regione s’impegna a dare una garanzia totale sui prestiti erogati, mentre la Fidi Toscana interverrà, coprendo il costo degli interessi, fissati al 4% nominale annuo (gli interessi saranno erogati a decorrere da un mese dalla data di erogazione del credito). Il rimborso delle somme avverrà, invece, a partire dal 13mo mese.

È una misura che cerca di incidere sulle necessità più immediate di chi da mesi è senza stipendio o non riceve gli ammortizzatori sociali e che dunque ha bisogno di risposte concrete davanti a una domanda sempre più drammatica: come faccio ad andare avanti? Situazioni di questo tipo sono purtroppo molto frequenti in questo periodo soprattutto a causa dei ritardi dello Stato nell’erogazione della cassa integrazione” – ha detto Enrico Rossi, il Presidente della Regione, a proposito di questa iniziativa di microcredito, che garantisce prestiti facili a disoccupati e famiglie in difficoltà.

Rossi stima che, grazie a questo fondo stanziato dalla Regione, potranno essere erogati oltre 15 mila prestiti.

 

Leave a Reply