L'e-commerce, il motore dei consumi in tempo di crisi [guarda l'infografica]

By 6 Novembre 2014 consumi, Economia

Anche in tempo di crisi, dove i consumi degli italiani si sono contratti sensibilmente e la ripresa stenta ad arrivare, l’e-commerce continua a crescere a un ritmo sostenuto, non solo in termini assoluti ma anche in confronto ai principali paesi europei. Che gli italiani siano meno inclini agli acquisti online rispetto a inglesi o tedeschi non è certo una novità, ma i dati degli ultimi anni mostrano un processo di forte recupero, dove l’Italia, a differenza di mercati più saturi, presenta un grade potenziale di crescita per i prossimi anni. Ben il 74% degli italiani si affida al web per comparare i prezzi (dati Nielsen Consumer Panel) ma ancora molti concludono l’acquisto in un negozio tradizionale ed è proprio questo il bacino di consumatori che sta trascinando la crescita del settore: utenti avvezzi al web, fra i 25 e i 44 anni, la cui fiducia negli acquisti online sta crescendo.

Secondo uno studio condotto dall’Osservatorio eCommerce B2c promosso dal Politecnico di Milano quest’anno gli acquisti effettuati su negozi online italiani si registreranno un +17% sull’anno precedente. La crescita a doppia cifra non significa però che anche in questo settore le abitudini degli italiani non siano cambiate per via della crisi. Sempre più persone vanno a caccia di offerte e codici sconto per i loro negozi preferiti, e in alcuni casi il processo d’acquisto parte proprio dalla ricerca di uno sconto, soprattutto per negozi generalisti.

Leggi anche: Perdono entrambi il lavoro e si reinventano con il couponing

A differenza di altri paesi europei, in Italia i servizi hanno sempre rappresentato la fetta maggiore del mercato, contando per quasi due terzi delle vendite, e solo recentemente stanno diminuendo di importanza grazie alla crescita a doppia cifra di prodotti di consumo. Elettronica e generi alimentari sono in forte ascesa, ma a trainare questa crescita è soprattutto il settore della moda.

L’infografica qui riportata è stata realizzata da CupoNation basandosi sugli studi di mercato più recenti, nonché su ricerche effettuate internamente attraverso i principali tool di monitoraggio del web.

CupoNation fa parte di Rocket Internet, il più grande incubatore di internet start-up in Europa, la cui strategia di espansione è fondata sul replicare business model di successo e lanciarli in paesi dove questi non hanno ancora preso piede, adattandoli alle esigenze del mercato.

È proprio questa la missione di CupoNation, quella di portare i coupon online (da anni molto popolari negli Stati Uniti) anche in paesi dove questo fenomeno si è sviluppato solo recentemente. Con sede a Monaco di Baviera e attiva in 15 paesi, CupoNation è offre i propri servizi in Italia da poco meno di due anni, e grazie all’ottima performance l’impresa ha recentemente aperto anche un ufficio a Milano.

Il mercato in Italia non è ancora maturo, il che rappresenta una grande opportunità, soprattutto considerando il trend di forte crescita del settore. A lavorare nell’impresa sono quasi 200 persone, e non sono pochi gli italiani trasferitisi in Germania, attratti non solo dalla prospettiva di un’esperienza importante, ma anche da un eco-sistema di start-up tecnologiche che in questi ultimi anni sta esplodendo proprio in Germania.

One Comment

Leave a Reply