Responsabilità e sostenibilità per uscire dalla crisi

By 16 Maggio 2012 Editoriali

Parte la media-partnership tra BuoneNotizie.it e “Dal Dire al Fare – Il Salone della Responsabilità Sociale d’Impresa”. Dal Dire al Fare” è l’unica manifestazione italiana dedicata al tema della “Corporate Social Responsbility” (CRS) ovvero la Responsabilità Sociale d’Impresa. L’evento, alla sua ottava edizione, si svolgerà nei giorni 30 e 31 maggio 2012 presso l’Università Bocconi di Milano.

“Dal Dire al Fare” proporrà storie di eccellenza, testimonianze autorevoli e riflessioni sul tema del cambiamento, coinvolgendo aziende, enti pubblici e organizzazioni non profit, ma anche cittadini consapevoli. Nelle prossime settimane BuoneNotizie.it vi racconterà le storie e le testimonianze di tutti coloro che credono nella Responsabilità Sociale d’Impresa, nell’innovazione, nella sostenibilità e nel cambiamento. L’impresa che vuole essere sostenibile deve produrre cambiamento e innovazione per competere in un mercato dove trasparenza, responsabilità, flessibilità e capacità di coinvolgimento degli stakeholder vengono considerati pre-requisiti importanti da un numero sempre crescente di consumatori.

Come ha rilevato il report del MIT Sloan Management Review – in collaborazione con The Boston Consultin Group, Sustainability Nears a Tipping Point – del gennaio 2012, la sostenibilità è un impegno continuativo per il 70% delle aziende nel mondo e per due terzi è un asset della competitività. Molte imprese possono già misurare il ritorno economico, e non solo di reputazione, della “Corporate Social Responsbility”.

Diventare socially responsible è da un lato una meta ambiziosa – afferma Francesco Perrini, direttore CReSV (Centro Ricerche su Sostenibilità e Valore) dell’Università Bocconi – che impone l’utilizzo di molte risorse ed energie. Dall’altro, in un’ottica di lungo periodo, permette di creare valore sostenibile, offrendo quindi maggiori opportunità alle aziende per diventare più competitive ed efficienti nel loro operato nel rispetto delle future generazioni e per tentare di uscire da questa crisi del capitalismo finanziario”.

Ma cosa significa, in concreto, “cambiare per essere socialmente responsabili?”

1) Significa, ad esempio, innovare il prodotto: chi crede nella CSR, lavora per migliorare il processo produttivo, i prodotti e servizi: un vantaggio per i consumatori e la collettività, ma anche per il proprio business.

2) Significa promuovere il cambiamento nei consumi: imprese e consumatori possono ripensare insieme modelli di sviluppo diversi, diventando protagonisti di una piccola rivoluzione nella antropologia del consumo.

3) Cambiamento nelle relazioni: i principi che regolano la governance delle organizzazioni richiedono un approccio più aperto e “dialogante” con gli stakeholder, utile anche per capire meglio una società complessa.

4) Cambiamento nel lavoro: creare condizioni di lavoro “positive” porta benefici per tutti perchè migliora la qualità della vita del dipendente e porta vantaggi concreti all’impresa. Un imprenditore lungimirante sa che il benessere dell’azienda è proporzionale al benessere dei suoi dipendenti. L’impresa progredisce se si sviluppa in un ambiente sociale virtuoso, ricco materialmente e moralmente.

“Dal Dire al Fare” non è solo un luogo fisico, ma anche uno spazio di confronto nel quale verificare se il proprio percorso verso la sostenibilità è il migliore possibile. Il 30 e 31 maggio prossimi saranno due giorni di scambio di esperienze e di dibattito. La manifestazione inizia il 30 maggio con il convegno d’apertura, al quale seguiranno molti appuntamenti importanti: quattro laboratori tematici, oltre venti tra seminari e workshop, attività dedicate ai giovani, alla pubblica amministrazione, all’impresa sociale. Per fare il punto sul cambiamento e l’innovazione nei prodotti, nei consumi, nelle relazioni e nel lavoro.

E, nel rispetto dei principi della sostenibilità, il Salone sarà quest’anno ancora più digitale: sfruttare le potenzialità delle innovazioni tecnologiche significa ridurre anche l’impatto ambientale dell’evento. Il pubblico avrà a disposizione tablet per poter navigare tra le buone prassi delle organizzazioni presenti e saranno sempre più coinvolti social media e social network, blogger e influencer della rete.

“Dal Dire al Fare” è una manifestazione ad ingresso gratuito, aperta a tutti coloro che si occupano di CSR e vogliono migliorare le loro competenze sul tema.All’edizione 2012 partecipano 70 organizzazioni e sono attesi 4.000 visitatori. Il “Salone della Responsabilità Sociale d’Impresa” è promosso da Regione Lombardia, Provincia di Milano, Comune di Milano, Università L. Bocconi, BIC La Fucina, Milano Metropoli Agenzia di Sviluppo, Fondazione Sodalitas, Koinètica.

 

No Comments

  • DavideMIT ha detto:

    Sicuramente un appuntamento da segnare in agenda! Oggi si parla anche di Responsabilità Sociale di Territorio http://crisiesviluppo.manageritalia.it/2012/05/dalla-csr-d’impresa-alla-responsabilita-sociale-di-territorio-rst/

Leave a Reply