Eppur si muove! Il giornalismo costruttivo, un cambiamento in atto

di 11 Dicembre 2018Editoriali
[:it]

Ci avviciniamo alla fine del 2018 ed è tempo di resoconti. Ecco cosa abbiamo fatto nei primi 6 mesi di vita.

Dopo una lunga gestazione (era settembre 2017 quando prese lentamente forma l’idea di una associazione che si occupasse, anche in Italia, della divulgazione del giornalismo costruttivo) è tempo di tirare una prima riga.

Lo scorso marzo stava cominciando a prendere forma questa nuova avventura, dagli obiettivi ambiziosi e dall’esito incerto, con i due eventi di presentazione organizzati a Roma e a Milano, da cui è nata l’Associazione Italiana Giornalismo Costruttivo. Una sfida in un settore tutt’altro che facile come quello dell’editoria e del giornalismo, in un Paese che non gode della migliore reputazione in questo campo.

In quella occasione ho avuto l’opportunità di conoscere ed entrare in contatto con persone straordinarie. E’ stato proprio insieme ad alcuni di loro (i primi associati!) che a fine maggio abbiamo dato formalmente vita all’Associazione, la prima e unica organizzazione per la formazione e la diffusione del giornalismo costruttivo in Italia!

Di cosa si tratta? E’ un’associazione non-profit con cui intendiamo dialogare con istituzioni, enti, editori, giornalisti e i professionisti dei media su come questa nuova forma di giornalismo possa davvero rappresentare un cambiamento dall’impatto davvero enorme, non solo per i lettori e tutti coloro che usufruiscono delle notizie, ma anche per il business dell’editoria e la professione del giornalismo: grandi testate come la BBC, New York Times, le tv di stato danese DR e norvegese NRK, grazie a questo nuovo approccio, hanno già recuperato l’audience persa in tanti anni di cattiva informazione.

Vogliamo provarci anche noi. Prima dell’estate abbiamo avviato un proficuo dialogo con l’Ordine dei Giornalisti della Lombardia che ha inserito il corso di giornalismo costruttivo tra quelli accreditati per la formazione continua. Il corso è stato replicato a ottobre all’Ordine dei Giornalisti dell’Emilia-Romagna e prossimamente sarà disponibile anche in altre regioni.

In questi mesi abbiamo inoltre presentato i nostri progetti agli studenti universitari (all’Università di Lecce è stata presentata la prima tesi in Italia sul giornalismo costruttivo) e abbiamo progettato il primo grande evento che si terrà nel 2019, patrocinato dall’Università degli Studi dell’Insubria e dal Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Giornalisti.

Clicca sull’immagine per ingrandirla


Ti abbiamo incuriosito?
Se la risposta è sì, iscriviti alla nostra newsletter per rimanere sempre aggiornato! Ti informeremo presto con altre importanti novità e ti coinvolgeremo per renderti protagonista di questo importante cambiamento che trasformerà il mondo del giornalismo e dell’informazione!

Nel frattempo facci sapere cosa pensi di questo sito e del lavoro che stiamo portando avanti. INSERISCI UN COMMENTO QUI SOTTO! I tuoi suggerimenti ci saranno utili per migliorare.[:en]

2018 has gone and it’s time for us to take stock of the situation. This is what we have done in the first 6 months of activity.

After a long gestation (it was September 2017 when the idea of an Italian association dealing with dissemination of constructive journalism slowly took shape), it’s time to draw a balance.

Last March, this new project took its first steps, aiming at challenging objectives with an uncertain outcome. Two presentation events held in Rome and Milan culminated with the establishment of the Italian Constructive Media Association in a country where publishing and journalism are particularly complex and vituperated sectors.

On that occasion, I had the chance to meet and get in touch with extraordinary people. Together with some of them, (the first supporters!), at the end of May, we have formally founded the Association, the first and only association focusing on the creation and dissemination of constructive journalism in Italy!

What is it about? It is a non-profit association able to interact with institutions, authorities, publishers, journalists and media professionals and discuss the ability of this kind of journalism to actually exert a large-scale impact, not only on readers but also on the publishing industry and journalism itself: thanks to this new approach, major international newspapers like the New York Times, and broadcasters like the BBC, the national Danish and Norwegian broadcaster (respectively, the DR and NRK) have already recovered the audience previously lost due to a constant focus on the bad news.

We want to bring about the same change. Before summer, we carried on a useful dialogue with the Journalists’ Association of Lombardy, which added a course on constructive journalism in the training program required for continuing professional education. The course was held also in October upon request of the Journalists’ Association of Emilia-Romagna and will be available soon in other regions.

In the last months, we have also submitted our projects to university students (in Italy, the first dissertation on constructive journalism was presented at the University of Lecce) and we have scheduled the first major event to be held in 2019, under the patronage of the University of Insubria and the National Council of the Italian Journalists’ Association.

OUR ROADMAP

September 2017
The first idea of establishing an association dealing with constructive journalism dissemination in Italy.

November 2017
The first course on constructive journalism is presented and acclaimed by the University of Insubria.

25-27 January 2018
The idea is presented and welcomed at the Festival of Local Journalism in Gallipoli (FIGiLo.info)

26-29 March 2018
Roadshow in Milan and Rome to present the activities, events and training projects of the new establishing association.

2 May 2018
Launch of the first course intended for the students of the University of Insubria.

29 May 2018
Establishment of the Italian Association for Constructive Journalism.

10 July 2018
First accredited course at the Journalists’ Association of Lombardy.

16 October 2018
First course organised by the Journalists’ Association of Emilia-Romagna.

2019
First major event sponsored by the National Council of the Italian Journalists’ Association.

 

Are you interested in our mission? Subscribe to our newsletter, stay up to date and be inspired! We will send you important information and news to involve you and turn you into a leading actor of this important change that will transform the world of news!

Meanwhile, let us know what you think about our website and the work that we are carrying out. ADD YOUR COMMENT BELOW! Your suggestions will help us constantly improve!

Translated by V.L.

[:]

Un Commento

  • Bruno Di Gioacchino ha detto:

    Auspico che la passione per il giornalismo e l’etica professionale risorgano anche nel nostro Paese dove sono, oggi, umiliate e svergognate dalla stragrande maggioranza degli addetti del settore !

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.