Le regole del giornalismo affermano che chi scrive la notizia dovrebbe essere il più possibile oggettivo per consentire al lettore di farsi la propria opinione. Ma le cose non vanno sempre così: attirare l’attenzione del lettore per fare più ascolti spesso prevale sullo scopo di informare correttamente, costringendoci a nutrirci di notizie spesso gonfiate, sensazionalistiche, o addirittura distorte!

Tutto questo ci fa sentire spesso arrabbiati, frustrati, scoraggiati, a volte apatici, lasciandoci con un senso di impotenza nei confronti dei fatti che ci vengono raccontati. E così smettiamo di informarci!

Non è detto che le buone notizie siano sempre la giusta soluzione. Sì, hai letto bene! Infatti, prima di leggere una notizia, fatti sempre questa domanda: qual è l’utilità di una notizia?

Silvio Malvolti

Silvio Malvolti

Ho fondato BuoneNotizie.it nel 2001 con il desiderio di ispirare le persone attraverso la visione di un mondo migliore. Nel 2004 ho costituito l'Associazione Italiana Giornalismo Costruttivo, che oggi gestisce questa testata: una sfida vinta e pluripremiata.

Vuoi diventare giornalista?

Sei un aspirante pubblicista, ma non hai ancora trovato editori disposti a pagare i tuoi articoli?

Scopri di più

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.