Buone notizie sul piano vaccinale (e su Astra Zeneca)

di 17 Marzo 2021Editoriali

Più di mezza Italia è di nuovo in lockdown e il vaccino sembra essere l’unica soluzione davvero concreta alla pandemia. Negli Stati Uniti hanno ormai già vaccinato l’intera popolazione e i vaccini in eccesso saranno distribuiti ad altri Paesi.

Nel frattempo, in Europa non si parla d’altro che dei decessi attribuiti presumibilmente al vaccino Astra Zeneca, che sembrava avesse causato la morte di alcune persone che si erano appena sottoposte al vaccino. La notizia, che ha invaso le cronache quotidiane negli ultimi giorni, è già stata smentita dai medici che hanno effettuato l’autopsia sui corpi dei deceduti, e presto verrà confermata anche dai giudici. Il decesso è stato infatti attribuito a casualità manifestatesi in concomitanza con l’assunzione del farmaco, o dovuto ad altre patologie già presenti nei soggetti in questione.

Attiva la tua membership e ricevi buone notizie ogni settimana!Non perderti questa Offerta Limitata (solo per i primi 100)
  • Newsletter settimanale
  • Sconti sui prossimi eventi live
  • eBook gratuiti

​​Solo pochi quotidiani ne hanno dato notizia in prima pagina (la stessa prima pagina dove nei giorni precedenti hanno accusato l’azienda farmaceutica).

​Razionalmente, la possibilità che si combinino dei fattori (come delle patologie) che insieme causano un effetto (il decesso), anche in presenza di condizioni totalmente estranee, anche se sospette (il vaccino) esiste. Esattamente come quando una persona gioca al superenalotto e sceglie una serie di numeri (i fattori) e ottiene una vincita (l’effetto) in una giornata in cui aveva portato con sé un portafortuna (una condizione totalmente estranea) a cui viene attribuito il merito della vincita.

Avremmo dovuto dedicare al risultato delle indagini sulle morti sospette lo stesso spazio inizialmente riservato alle accuse all’azienda farmaceutica​. O ancora meglio, avremmo dovuto dedicare quello spazio a notizie che non avessero diffuso il panico fino alla sospensione del piano vaccinale, e dedicarlo a notizie più utili ed incoraggianti in questo difficile momento della nostra storia. ​​​

ISCRIVITI SUBITO ALLA NEWSLETTER e RICEVI L'ESTRATTO GRATUITO del primo libro mai scritto in Italia sul Giornalismo Costruttivo!