Dopo tante difficoltà, il lieto fine: la storia di Valentina

Valentina ce l’ha fatta: dopo una serie di intimidazioni e minacce, è riuscita ad inaugurare ed avviare la sua fattoria didattica. Se pensate che questa bella storia a lieto fine sia avvenuta nel Sud Italia, vi sbagliate di grosso, perché la nostra protagonista vive in Veneto, sulle splendide Alpi bellunesi.

Ai primi di agosto, Valentina Pizzato aveva inaugurato la sua attività di fattoria didattica per bambini, nonché ricovero e accoglienza per animali domestici a Domegge di Cadore, in località Vallesella. Ma già prima dell’inaugurazione, aveva ricevuto minacce e intimidazioni volte ad impedirle di aprire l’attività. Alcune di queste sono poi diventate concrete, come il furto dei cartelli segnaletici collocati per consentire i lavori di ristrutturazione dell’immobile e le denunce per rumori molesti da parte dei primi ospiti a quattro zampe.

“Il giorno di Ferragosto”, ha raccontato Valentina, “qualcuno ha mandato i Carabinieri, perché i cani sarebbero stati tenuti in gabbie ritenute non idonee, quando in realtà gli animali vengono ospitati in box più che idonei. Pochi giorni dopo, si sono lamentati perché gli animali erano liberi nel terreno adibito all’attività. Ed infine, è arrivata una denuncia e il controllo da parte del Servizio veterinario di sanità animale dell’Ulss Belluno, che ha accertato – in una relazione – lo svolgimento dell’attività secondo modalità più che idonee.”

Di fronte a tutti questi episodi, Valentina, invece di abbattersi, ha trovato la forza e la tenacia necessarie per lottare per il suo progetto didattico. Il 1° settembre scorso, presso la fattoria, ha organizzato una festa a porte aperte alla quale è stata invitata tutta la cittadinanza, meglio se accompagnata dai propri amici a 4 zampe. Quello stesso giorno è partita anche una raccolta firme che ha annoverato oltre 240 adesioni, tra le quali lo stesso sindaco di Domegge, Lino Paolo Fedon.

Matteo Gracis, partner della fattoria didattica, ha dichiarato: “Condividiamo i valori promossi dal progetto di Valentina. Ha realizzato un piccolo grande miracolo, trasformando una struttura abbandonata in un paradiso per gli animali e i loro padroni, andando contro una burocrazia complicata e tutte le difficoltà per mettere in piedi questo progetto”.

Adesso la fattoria didattica di Valentina può proseguire nel progetto: dopo la raccolta firme, chi aveva sporto denuncia l’ha ritirata, forse perché ha potuto constatare il sostegno che l’attività gode, “non solo da parte della gente del posto”, ha concluso Valentina,“ma anche da persone che sono venute in vacanza e che hanno apprezzato il servizio”.

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.