La prontezza di un tassista evita la tragedia

By 19 Novembre 2013 In evidenza, Magazine, Storie

Solo il coraggio e la prontezza di riflessi di un tassista ha evitato che scoppiasse un incendio e che si consumasse una tragedia che avrebbe potuto fare numerose vittime. E’ successo domenica scorsa a Biella (Piemonte), quando una bombola di GPL ha preso fuoco mentre alcune persone di fede evangelica si erano riunite per pregare in un edificio di via Quintino Sella, in centro storico.

Pare che la prima ad accorgersi che dalla valvola della bombola stava fuoriuscendo una fiamma – ininterrottamente e pericolosamente alimentata dal GPL – sia stata una donna. Ma è stato un tassista biellese, residente con la famiglia proprio sopra i locali della chiesa protestante, che con grande prontezza di riflessi è riuscito ad evitare il peggio.

L’eroe per caso, che si chiama Massimo Pellin, non ha avuto alcuna esitazione: ha afferrato la bombola tra le mani e l’ha subito portata all’esterno, lungo un tratto di via Sella che, in questi giorni, è chiuso al traffico per lavori di manutenzione stradale.

Nel frattempo i presenti hanno chiamato i Vigili del fuoco, i quali, una volta arrivati sul posto, hanno spento la fiamma e raffreddato definitivamente la bombola a GPL con acqua nebulizzata.

Come ha spiegato la stampa locale, Massimo ha riportato solo una leggera ustione ad una mano, che si risolverà in pochi giorni. Con grande coraggio – e forse un pizzico di incoscienza – è riuscito ad evitare quella che poteva essere una tragedia, eppure, con altrettanta grande umiltà, si è limitato a dichiarare: “Niente ospedale, mi è bastato ungermi con un po’ di pomata…”

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.