Nord Irlanda, una bomba sul bus: coraggiosa autista salva la situazione

By 25 Novembre 2013 In evidenza, Magazine, Storie

In un freddo pomeriggio autunnale, un uomo sale su un autobus di linea, lascia una bomba sul mezzo e ordina all’autista di parcheggiare in centro. Ma al volante c’è una donna coraggiosa che decide di guidare il bus verso una zona poco abitata e avvertire la Polizia, evitando così una strage. E diventa un’eroina nazionale.

Questo episodio a lieto fine, che sembra uscito dalla sceneggiatura di un film d’azione, è accaduto qualche giorno fa in Irlanda del Nord, dove un presunto terrorista della “nuova IRA” (Irish Republican Army) è salito (ma, secondo alcune fonti locali, non era solo) su un autobus di linea di Londonderry – città dell’Ulster di circa 85.000 abitanti.

Verso le 16,30, al capolinea, un uomo a volto coperto e con una borsa sportiva, è salito su un autobus della linea FY10 (nella foto sotto). L’uomo ha minacciato l’autista e le ha ordinato di andare in centro e parcheggiare il mezzo davanti alla Stazione di Polizia di Strand Road (la principale della città, già in passato teatro di attacchi terroristici). Dopodiché si è dileguato, abbandonando un borsone dall’aria sospetta dietro il sedile dell’autista e seminando il panico tra i passeggeri.

La donna, di cui le autorità non hanno rivelato il nome, ha mostrato grande coraggio e prontezza di riflessi: ha immediatamente fatto scendere i passeggeri e, da sola con un ordigno esplosivo a bordo, ha guidato per circa un km e mezzo fino a Northland Road, una zona di Londonderry scarsamente abitata. Qui è scesa ed ha chiamato la Polizia.

The bus is parked while the device is examined by army bomb expertsLe autorità hanno fatto evacuare, per precauzione, circa una trentina di famiglie del quartiere, che hanno passato la notte al freddo e hanno potuto rientrare a casa solo verso le 3,30 del mattino. Un portavoce della Polizia locale ha dichiarato che la bomba era piccola, ma sembra piuttosto potente, e pare che avesse un timer impostato su due ore prima dello scoppio.

Il sergente Stephen Cargin, della Polizia di Derry ha spiegato che se la bomba fosse esplosa, avrebbe avuto terribili conseguenze e ha dichiarato: “Sono certo che la bomba avrebbe potuto causare gravi lesioni o la morte sia del conducente che dei passeggeri dell’autobus. L’autista è molto provata da questa esperienza, come potete ben immaginare”.

Ciaran Rogan, portavoce della Translink,  azienda di trasporto pubblico dell’Irlanda del Nord, ha confermato che “L’autista è ancora sconvolta. In questo momento non è in servizio e non lo sarà per un po’ di tempo”.

Il consigliere John Boyle, infine, ha sottolineato come “Questa eroina, così altruista, ha anteposto la vita dei passeggeri e dei residenti alla propria. Una decina di passeggeri sono rimasti traumatizzati e una quarantina di famiglie hanno dovuto passare diverse ore fuori casa al freddo, ma, grazie a questa donna coraggiosa, non ci sono state né vittime, né feriti”.

Leave a Reply