Buone Notizie 2013: le 10 da non dimenticare

A fine anno fare un bilancio di ciò che si è fatto, detto e ottenuto è quasi una prassi. La redazione di Buone Notizie ha provato, come ormai fa da tempo, a raccontarvi anche nel 2013 un’Italia, e non solo, diversa che, nonostante la crisi incombente e le difficili congiunture socio economiche, guarda avanti con tenacia, ottimismo e voglia di fare. Storie di uomini e donne che hanno fatto, e ancora fanno, la differenza. Successi, battaglie e spirito d’iniziativa che non si fermano e che mostrano sempre di più il lato migliore della società. Raccogliere le migliori notizie del 2013 non è stato facile, ognuna ha un suo perché, un suo lato positivo e potete saltellare tra le categorie del nostro sito per scoprirle.

Noi ve ne ricordiamo come 10 e l’auspicio è di raccontarvene altre centinaia nel 2014. Buon anno da Buone Notizie!

1. Tra le macerie delle Filippine, terribilmente colpite dal tifone Haiyan nasce una bambina: si chiama Bea Joy e viene alla luce in una sala parto di fortuna, allestita all’aeroporto semi-distrutto di Tacloban, su di un letto fatto di legno compensato, in mezzo a sporcizia, vetri rotti, lamiere contorti e ogni sorta di detriti

2. La contabile Antoniette Tuff salva 700 alunni da una strage in Georgia

3. Lo Stato del Maryland (stato nord-orientale degli USA) ha abolito la pena di morte. Si tratta del 18° Stato, sui 50 che costituiscono l’Unione, a cancellare la pena capitale.

4. Per la prima volta in 61 anni di Regno Sua Maestà la Regina Elisabetta II firma la Carta del Commonwealth, un impegno storico per promuovere qualsiasi forma di parità di genere e contro qualsiasi discriminazione.

5. Entra in vigore il divieto totale, in tutto il territorio comunitario, di testare e commercializzare ingredienti e prodotti cosmetici sperimentati su cavie

6. Buone Notizie insieme a Slow Food e Associazione Comuni Virtuosi, lancia la petizione rivolta alla RAI affinché sia dato più spazio a tutto ciò che di nuovo, positivo, innovativo, creativo e bello c’è in Italia.

7. Nel 2013 sono stati liberati, dopo un periodo di prigionia, i tre marinai italiani sequestrati nel dicembre 2012 in Nigeria e Domenico Quirico, il giornalista della Stampa tenuto in prigionia in Siria per cinque mesi.

8. Il pilota italiano, Luca Parmitano, a maggio, inizia il suo viaggio nello spazio. Terrà compagnia con immagini meravigliose  tutti i suoi concittadini.

9. Il governo e il parlamento italiano varano la convenzione di Istambul contro la violenza sulle donne

10. Nell’aprile 2013 escono in Birmania, dopo mezzo secolo di divieto, i primi quattro quotidiani privati, grazie all’entrata in vigore di una nuova disposizione che ha eliminato la messa al bando istituita nel 1964.

Leave a Reply