Torna il Salone del Mobile, prove generali per EXPO 2015

Mancano pochi giorni all’apertura del 53° Salone del Mobile che porterà a Milano circa 2.400 espositori e oltre 300.000 visitatori provenienti da 160 Paesi differenti. Dall’8 al 13 aprile i padiglioni di Fiera Milano Rho si trasformeranno nella vetrina più importante al mondo per l’arredo e la città sarà animata, come da tradizione, da una costellazione di eventi culturali che comporranno la variegata offerta del Fuori Salone.

“Salone e Fuori Salone saranno delle prove generali di EXPO 2015”, ha evidenziato il Sindaco Giuliano Pisapia durante la presentazione dell’evento alla stampa, sottolineando quanto questa manifestazione sia un vero e proprio banco di prova per testare la macchina cittadina in vista dell’Esposizione universale.

imagesAAI1M80HIl design week è un modello cui far riferimento per molti aspetti, a cominciare dal ‘sistema’ Fuori Salone – cui si ispirerà il fitto calendario di manifestazioni esterne previste in occasione di EXPO – o per tutti quei servizi di logistica e organizzazione legati all’accoglienza e alla gestione dei numerosi visitatori.

Proprio in quest’ottica, il Salone 2014 presenta alcune importanti novità, fra cui l’app Milano Creativa, per smartphone e tablet, che consente di visualizzare gli appuntamenti legati al mondo del design e della moda suddivisi per data o zona; si è deciso, poi, di replicare l’apertura gratuita dei musei civici, un’iniziativa che ha riscosso molto successo l’anno scorso: nei 6 giorni di Salone, chiunque si trovi a Milano potrà visitare liberamente il Museo del Novecento, il Museo di Storia Naturale, i musei del Castello Sforzesco, il GAM, il Museo Archeologico, Palazzo Morando, l’Acquario Civico, e il Museo del Risorgimento. Inoltre, per sottolineare lo stretto legame tra arte e design e arricchire l’offerta culturale, il Comune ha programmato l’apertura della mostra “Bernardino Luini e i suoi figli”, proprio nei giorni del Salone.

L’intreccio design, arte e cultura si ripropone anche all’interno dei padiglioni della fiera, dove l’offerta commerciale è affiancata dall’evento culturale “Dove vivono gli architetti”, curato da Francesca Molteni e Davide Pizzigoni. Architetti del calibro di Shigeru Ban, Mario Bellini, David Chipperfield, Massimiliano e Doriana Fuksas, Zaha Hadid, Marcio Kogan, Daniel Libeskind e Bijoy Jain apriranno le porte delle loro “abitazioni private”, che saranno “raccontate” al padiglione 9.

I riflettori non puntati sono solo sui grandi nomi ma si guarda con attenzione anche ai giovani creativi che presentano i loro lavori nel SaloneSatellite, a cui si potrà accedere gratuitamente. I 3 progetti migliori saranno premiati nel concorso SaloneSatellite Award, giunto alla sua quinta edizione e nato per favorire contatti tra gli under 35 e le aziende espositrici del Salone.

Non poteva mancare, infine, un progetto dedicato interamente ai bambini. Si chiama Good Design Up! e si svolge negli spazi della Cascina Cuccagna,  dove avranno luogo una serie di attività rivolte all’infanzia e alla promozione di un concetto dell’abitare legato a valori quali la legalità, la responsabilità sociale e il rispetto per l’ambiente.  Al centro dell’edizione di quest’anno il tema “Semi per crescere”: Dopo anni in cui la parola crescita, legata al consumismo, aveva assunto una valenza negativa, Good design up! – spiega Clara Mantica, una delle due fondatrici – vuole restituire alla parola crescita la sua bellezza, la sua importanza e il suo legame con la felicità”.

 

Leave a Reply