Internet sull'Everest

di 25 Febbraio 2003Gennaio 5th, 2021Innovazione

Il 29 maggio del 1953 la vetta Dea Madre del mondo, l’Everest, fu raggiunta per la prima volta da Edmund Hillary e lo sherpa Tensing. Esattamente mezzo secolo dopo il nipote di Tensing porterà sulla vetta Internet.Un cybercafè comincerà a trasmettere e ricevere e-mail da ben 5300 metri di altitudine. Ad inviare e ricevere i messaggi saranno le famiglie dei temerari, gli scalatori, gli esploratori, e gli studiosi.Oltre a tranquillizzare parenti ed amici dei prodi arrampicatori, l’esperimento servirà anche ad acquisire nuove conoscenze sui sistemi di comunicazione in tali condizioni atmosferiche.Ma non finisce qui. I proventi dei collegamenti, non proprio economici, saranno devoluti in favore di una buona causa: il finanziamento della pulizia dell’Everest, sul quale è stata lasciata, e tuttora viene abbandonata, una ingente quantità di rifiuti. Secondo i calcoli effettuati, appunto, risulta che sull’Everest siano state abbandonate a dir poco 100 tonnellate di rifiuti di ogni genere: bombole di ossigeno vuote, corde, resti di tende da campo, imballaggi alimentari…

Attiva la tua membership e ricevi buone notizie ogni settimana!Non perderti questa Offerta Limitata (solo per i primi 100)
  • Newsletter settimanale
  • Sconti sui prossimi eventi live
  • eBook gratuiti

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

ISCRIVITI SUBITO ALLA NEWSLETTER e RICEVI L'ESTRATTO GRATUITO del primo libro mai scritto in Italia sul Giornalismo Costruttivo!