Innovazione

Scuola: ecco il maquillage digitale

di 15 Settembre 2003Gennaio 5th, 2021No Comments

La scuola italiana si rinnova e strizza l’occhio a Internet. E’ questo il progetto del ministro per l’Istruzione Letizia Moratti, che, per promuovere l’innovazione tecnologica digitale del Paese e rendere la scuola più aperta ed efficiente, ha annunciato “Scuola online”, portale Web nazionale sull’offerta formativa.
Varata dal governo, “Scuola online” permetterà ai singoli istituti di semplificare e facilitare la gestione delle operazioni amministrative, migliorare la comunicazione con cittadini e altri enti interessati e, infine, organizzare in maniera più efficiente la didattica e le attività.
Approvato dal Comitato dei Ministri per la Societa’ dell’Informazione, presieduto dal ministro per l’Innovazione e le Tecnologie Lucio Stanca, il progetto prevede uno stanziamento di 3 milioni di euro in tre anni.
Inserito all’interno di altri interventi già deliberati per il mondo dell’istruzione, (banda larga, reparti pediatrici per consentire ai ragazzi lungodegenti di continuare a seguire le lezioni, insegnamento dell’informatica e dell’inglese agli alunni a partire dalla scuola primaria, corsi di aggiornamento e formazione informatica in modalità e.learning) “Scuola online”, in una sorta di restauro digitale, si appresta a offrire nuove potenzialità e servizi Web tra i banchi di scuola.
Più precisamente per quanto riguarda il Portale nazionale dell’offerta formativa, il ministro per l’Innovazione e le Tecnologie ha detto che “è un servizio che mira a fornire un punto di accesso unico per la consultazione del piano dell’offerta formativa degli istituti scolastici, una sorta di vetrina dinamica online, che si propone come un efficace e dinamico strumento di orientamento scolastico”.

Silvio Malvolti

Silvio Malvolti

Ho fondato BuoneNotizie.it nel 2001 con il desiderio di ispirare le persone attraverso la visione di un mondo migliore. Nel 2004 ho costituito l'Associazione Italiana Giornalismo Costruttivo, che oggi gestisce questa testata: una sfida vinta e pluripremiata.

Vuoi diventare giornalista?

Sei un aspirante pubblicista, ma non hai ancora trovato editori disposti a pagare i tuoi articoli?

Scopri di più

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.