Pechino è riuscito a organizzare e inaugurare le olimpiadi invernali 2022. Nonostante la pandemia ancora presente e i numerosi dubbi e critiche a livello internazionale, la Cina ha dato dimostrazione di concretezza. Ancora una volta la seconda economia mondiale ha messo in moto un enorme piano organizzativo efficiente e impressionante che ha permesso lo sviluppo dei giochi olimpici. Inoltre molto probabilmente le olimpiadi invernali 2022 passeranno alla storia come tra le più innovative sotto molti aspetti.

Lo Yuan digitale

Ormai da diverso tempo la Cina stava portando avanti il suo esperimento di creazione di una versione digitale dello yuan. Le olimpiadi invernali di Pechino 2022 sono l’occasione perfetta per offrire agli atleti e ai visitatori da tutto il mondo la possibilità di utilizzarlo. Le tensioni geopolitiche, la pandemia e l’obiettivo di cancellare ogni traccia del Covid hanno rallentato questo processo. In ogni caso la Repubblica Popolare Cinese intende diventare una società senza contanti e i giochi invernali sono il banco di prova della loro nuova moneta digitale.

Riscopri anche tu il piacere di informarti!

Il tuo supporto aiuta a proteggere la nostra indipendenza consentendoci di continuare a fare un giornalismo di qualità aperto a tutti.

Sostienici

Per permettere ciò, la capitale cinese ha esercitato notevoli pressioni anche sulle grandi società occidentali (come McDonald’s e Nike), affinché consentissero ai propri clienti l’utilizzo dello yuan digitale durante i giochi. Infatti la versione digitale della valuta è una delle sole tre scelte di pagamento che si avranno negli impianti sportivi e nel Villaggio Olimpico. Le altre sono i classici contanti e le carte di credito.

Scorcio di Pechino, capitale cinese sede delle olimpiadi invernali 2022.

Le olimpiadi invernali 2022 “in bolla”

Questi giochi olimpici saranno i primi a svolgersi senza pubblico e all’interno di un’elaborata “bolla” di quarantena. Infatti atleti, staff e giornalisti saranno separati totalmente dal resto delle città cinesi per tutto lo svolgimento della competizione olimpica. Tutte queste persone gareggeranno, mangeranno, dormiranno e lavoreranno senza mai entrare in contatto con la popolazione cinese. Basti pensare che lo staff e tutti i lavoratori che sono stati impiegati per lo svolgimento di queste olimpiadi invernali, hanno il divieto di tornare alle loro case o entrare in contatto con i propri cari per tutto il periodo di svolgimento dei giochi.

In realtà questo circuito chiuso è costituito da mini-bolle interconnesse tra loro. All’interno di esse sono inclusi stadi, centri congressi e oltre 70 hotel e tutto il perimetro è stato recintato e sorvegliato dalla polizia. Una delle maggiori innovazioni è il sistema di collegamento tra le diverse aree, costituito da oltre 4mila veicoli, dedicato esclusivamente per lo spostamento degli individui all’interno della bolla.

Il treno olimpico alta velocità

Tra questi spicca il “Prosperosa neve che accoglie la primavera” . Si tratta di un treno ad alta velocità appositamente costruito per le olimpiadi che è in funzione dal 4 febbraio. Raggiunge i 350km/h e permette gli spostamenti degli atleti tra le varie sedi olimpiche di Pechino e Zhangjiakou. Al suo interno ci sono cabine per l’attrezzatura sportiva, iscrizioni in Braille per gli atleti paralimpici e uno studio televisivo che permette interviste durante gli spostamenti tra le varie aree di queste olimpiadi invernali 2022.

Le olimpiadi invernali del clima controllato

In occasione di questi giochi invernali, il governo cinese ha attivato dipartimenti come il Bejing Weather Modification Office, ovvero una divisione del China Meteorological Association Weather Modification Center. Lo scopo? Controllare il tempo. Già prima dell’inizio della competizione la Cina ha trasformato milioni di litri d’acqua per avere finta neve. Il governo però vorrebbe anche poter creare pioggia, disperdere le tempeste e far diventare il cielo limpido a comando.

Anche se sembra fantascienza, sono anni ormai che il Paese semina nuvole per stimolare precipitazioni e lancia razzi per contrastare le tempeste di sabbia, ridurre grandine e alleviare la siccità. Le olimpiadi invernali 2022 sono l’occasione che il governo ha scelto per intensificare il suo programma. Il mese scorso infatti la Cina ha fissato quello di innescare la pioggia su oltre tre milioni e 200mila km² (un’area più vasta di 187 paesi al mondo). Si tratta di un’impresa senza precedenti che scatena ammirazione e curiosità, ma fa sorgere anche molti dubbi e perplessità.

In ogni caso queste olimpiadi invernali 2022 sono senza dubbio una sorta di vetrina per mostrare al mondo l’innovazione tecnologica della Cina.

Leggi anche:

Le innovazioni tecnologiche del CES 2022

Condividi su:
Avatar photo

Riccardo Pallotta

Laureato in comunicazione e marketing con una tesi sul brand journalism. Attore e speaker radiofonico in Italia e all'estero. Social media manager. Oggi collaboro con BuoneNotizie.it grazie al laboratorio di giornalismo per diventare giornalista pubblicista.

Riscopri anche tu il piacere di informarti!

Il tuo supporto aiuta a proteggere la nostra indipendenza consentendoci di continuare a fare un giornalismo di qualità aperto a tutti.

Sostienici