Una finale da ottimisti

L’Italia di Prandelli ha disputato la sua finale e come sappiamo non è andata troppo bene. Troviamo assieme un modo per interpretare da ottimisti questo brutto finale.

Una delle esperienze piú comuni a tutti noi è quella che riguarda il “finale”…. inteso come la fine di qualcosa. Che sia la conclusione di un rapporto, la fine di un lavoro oppure la finale di un torneo… ad ogni modo viviamo spesso dei momenti “finali”.

É ovvio che se la finale é come avevamo pensato e sperato, ci sentiamo ottimisti e soddisfatti, mentre se si “perde” si provano sentimenti di sconforto e tristezza; é normale!

Eppure gli ottimisti hanno una caratteristica vincente: se il finale é come speravano… se lo godono e questo rafforza la loro convinzione di sperare sempre che tutto vada bene, mentre se va “male” si spostano automaticamente sul prossimo obiettivo.

Una cosa che non fanno molto, invece, é stare a rimuginare sul malessere e sul famoso “latte versato”.

Altra strategia mentale tipica degli ottimisti é proprio quella che ieri sera ho sentito pronunciare da mister Prandelli:

dobbiamo riconoscere il valore dell’avversario e casomai imparare da loro!”

Spostare il focus sulla bravura altrui ci permette di imparare qualcosa e ci fa sentire meno “perdenti”.

Se vuoi é un “trucco mentale” ma funziona bene e ci permette di imparare dalle sconfitte. Come si fa dunque ha sopravvive anche ai “4 a 0” ?

Si cerca di guardare al prossimo tempo… cioé si fa in modo che la partita continui mentalmente, presentandosi sul prossimo obiettivo e sulle prossime soddisfazioni. Di fatto cosí é: la partita continua sempre e i 90 minuti sono solo un simbolo della partita ben più lunga!

Ok anche per oggi é tutto e spero che tu sappia giá quale sarà la tua prossima finale é che tu possa affrontarla con l’ottimismo e la bravura che te la faranno vincere!

A presto…

Sebastiano Todero
www.clubdegliottimisti.it

No Comments

  • sergio ha detto:

    Bravissimi gli azzurri!!! E’ da questa esperienza che bisogna ripartire per diventare una squadra ancora piu’ forte

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.