USA: uscire dalla povertà è possibile

By 17 Settembre 2011Ottobre 19th, 2020Magazine, Storie

Sal Dimiceli

Sal Dimiceli, piccolo imprenditore del Wisconsin, da oltre vent’anni dedica tutto il suo tempo libero ad aiutare le persone in difficoltà. Cresciuto a Chicago in una famiglia indigente e piena di debiti a causa del vizio del gioco del padre, sin da ragazzo decise che, una volta uscito dalla povertà, avrebbe non solo assistito gli indigenti della sua comunità, ma che li avrebbe aiutati a tornare ad una vita normale e dignitosa.“Non avevamo una dimora fissa, venivamo continuamente sfrattati” ha detto Sal “So come ci si sente quando vedi piangere tua madre perché ti hanno staccato l’elettricità e non hai niente da mangiare. E’ stato terribile”.

Dopo aver trovato il primo lavoro come lavapiatti e aiutato la madre, Sal cominciò a devolvere parte dello stipendio a varie organizzazioni benefiche, ma si rese conto che poteva fare di più. Se avesse aiutato gli altri in prima persona, avrebbe potuto far fronte alle loro necessità immediate (offrendo un pasto caldo, pagando una bolletta o riparando un’automobile) e, al tempo stesso, attivare una rete di solidarietà tra le sue conoscenze in modo da poter stabilizzare gli aiuti nel tempo (trovando un lavoro o provando a rinegoziare un contratto d’affitto).

Con questa convinzione, nel 1989 Sal fondò “The Time is Now to Help”, organizzazione no profit attiva nell’area tra Wisconsin ed Illinois, che ad oggi ha aiutato in media 500 persone all’anno, soprattutto bambini, anziani e portatori di handicap, per i quali fronteggiare la povertà è particolarmente faticoso. Ancora oggi, d’accordo con moglie e figli, Sal continua ogni mese …..


Continua a leggere questa storia su
Shinynote.com  in collaborazione con BuoneNotizie.it*

 

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.