Auto del futuro: non parte se il conducente ha bevuto

La ricerca tecnologica corre su strada. Dopo la notizia dello studio condotto da Volvo sul veicolo che si guida da solo, tra qualche anno potremmo ritrovarci alla guida di una macchina talmente intelligente che non parte se il tasso alcolico del conducente è superiore ai limiti previsti dalla legge.

Per ora è solo un’idea, ma è quanto sta mettendo a punto un gruppo di ricerca promosso dall’Alliance of Automobile Manufactures e dalla National Highway Safety Administration. I ricercatori  stanno sperimentando una tecnologia che, grazie a sensori collocati sul cruscotto delle automobili, rileva il livello alcolemico del conducente ed impedisce al mezzo di partire, se il livello rilevato è al di sopra del limite legale.

L’idea è allettante, soprattutto se si guarda ai numeri ISTAT relativi alle morti per incidenti stradali imputabili all’alcool. Nel solo 2010, infatti, in Italia gli incidenti stradali con lesioni a persone sono stati 207.000, i decessi 3.998 e i feriti con lesioni di diversa gravità 296.000 .

Il dato positivo è che questi numeri sono in diminuzione, grazie anche alle campagne di sensibilizzazione e ad un aumento dei controlli in prossimità di locali ad alto rischio: nell’Unione Europea si sono registrati, nel 2010, 30.926 morti per incidente stradale, l’11% in meno rispetto all’anno precedente (Fonte: European Transport Safety Council, Annual PIN report. Year 2011)

Personalmente, trovo che guidare sia una sensazione appagante. L’idea, quindi, di viaggiare in un prossimo futuro trasportati da auto intelligenti, mi incuriosisce (seppur con qualche riserva). Nell’attesa di guidare veicoli intelligenti, vale forse la pena di ricordare a tutti quegli autisti che guidano leggendo il giornale, parlando al telefono, truccandosi, ecc. ecc. che in auto la sicurezza viene prima di tutto e che, almeno per il momento, tutte  queste attività devono essere bandite. Categoricamente!
Per approfondire:

Rc auto: la proposta ACI per tagliare i prezzi
Donne al volante? sono molto più prudenti degli uomini
Assicurazione auto: risparmia coi preventivi online

 

 

Leave a Reply