Disoccupato tinteggia la scuola e non chiede nulla in cambio

By 4 Settembre 2012 Magazine, Storie

Quarantenne disoccupato ha chiesto al sindaco della sua cittadina, Villafranca Padovana, di rendersi utile e, durante il mese di agosto, ha tinteggiato gratuitamente la scuola primaria. Lo ha fatto per non rimanere a casa a “girarsi i pollici” in attesa di trovare un lavoro che, di questi tempi, fatica ad arrivare. E non ha chiesto nulla in cambio.

La bella storia che vi raccontiamo è quella di un quarantenne disoccupato di Villafranca Padovana, le cui iniziali sono F. Q. Di più non è dato sapere, perché l’uomo ha chiesto espressamente all’amministrazione comunale e alla stampa di restare anonimo.

Lo scorso mese di agosto, F.Q. si è recato in Municipio ed ha chiesto al sindaco di potersi rendere utile in qualsiasi modo, pur di non stare a casa con le mani in mano. E così, ha tinteggiato gratuitamente l’intera scuola primaria “Francesco Baracca”, che si trova in località Ronchi. Da solo, in 12 giorni, ha rimesso a nuovo tutte le 7 aule della scuola primaria, l’atrio e la sala mensa, senza chiedere nulla in cambio.

Lo ha fatto per non rimanere a casa a girarsi i pollici in attesa di trovare un lavoro. “Lo scorso anno” ha raccontato F.Q., 44 anni, molto schivo a mettersi in mostra, “il sindaco e gli assessori hanno imbiancato la scuola primaria del capoluogo e, allora, mi sono detto “potrei farlo pure io”. Ero stanco di restare a casa, così mi sono rivolto al sindaco e gli ho chiesto di farmi fare qualcosa di utile per il paese”.

“Mi hanno proposto la scuola di Ronchi”, ha raccontato, “e ho accettato volentieri. Anni fa avevo lavorato come imbianchino e, quindi, non è stato difficile. Anzi. L’ho fatto volentieri e mi rende felice sapere che i bambini torneranno a scuola in un ambiente bello e rinnovato“.

Al Comune di Villafranca la singolare proposta è costata solo il prezzo dei bidoni di colore: circa 1.500 euro (22 latte di bianco e una dozzina di latte di giallo), con un risparmio stimato di almeno 10.000 euro, che andrà a finanziare progetti sociali.

Ma al di là di questo, l’amministrazione comunale è stata profondamente colpita dal gesto e dalla determinazione dell’uomo, che al momento è senza lavoro e senza alcun ammortizzatore sociale. “Siamo rimasti positivamente meravigliati”, ha confermato il sindaco Luciano Salvò.

“Avevamo appena siglato una convenzione con una Cooperativa per un progetto di impiego di 5 disoccupati, per 6 mesi, da settembre, con un compenso mensile di 400 euro per lavori di manutenzione del territorio e degli immobili”, ha spiegato il sindaco. “F.Q. verrà inserito nel progetto, ma intanto ci siamo accordati con la Cooperativa per fare in modo che lo prendesse in carico, senza stipendio e solo con la copertura assicurativa, già da agosto”. “

Ed ha concluso: “Ha eseguito un bel lavoro mostrando, peraltro, grande impegno, molta dignità e un bell’esempio d’incoraggiamento a non abbattersi”.

Fonte:  Il mattino di Padova

No Comments

  • Stefano ha detto:

    Personalmente nn è l’unico io o 21 anni e sono anch’io disoccupato e ho pulito con i miei amici i tompini dello scorrimento dell’acqua piovana delle strade di una parte della mia città eppure non ho di certo far sapere niente a nessuno

    • Lazza ha detto:

      Veramente non c’è niente di male a far sapere al mondo che la brava gente come te e lui esiste. Tra l’altro lui ha anche espressamente preteso di rimanere anonimo, non si è fatto poi una grande pubblicità. 😉

  • michele ha detto:

    bravo, ma dire che hanno risparmiato 10000 euro significa che un imbianchino guadagna 10000 euro in 12 giorni, interessante

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.