Un ponte musicale tra i territori palestinesi, l’Italia e la Francia per promuovere l’uso della musica come mezzo di educazione: è questo l’obiettivo del progetto ‘Music Bridges West Bank, Italy and France’. Partito nel 2010, il progetto ha coinvolto oltre 5.500 bambini palestinesi tra i 6 e i 9 anni nei campi profughi della Cisgiordania.

Grazie all’aiuto di oltre 130 insegnanti palestinesi e decine di insegnanti di musica provenienti da tutta Europa, è stato condotto un progetto formativo musicale, che nei campi profughi fino a poco tempo fa era inimmaginabile. L’iniziativa è patrocinata dall’Unione Europea e realizzata, insieme ad altre organizzazioni, dall’UNRWA (Agenzia dell’ONU per i rifugiati palestinesi).
Fonte:  ANSA Med

BuoneNotizie.it

BuoneNotizie.it

Dal 2001, BuoneNotizie.it raccoglie e pubblica notizie positive e costruttive per farvi riscoprire il piacere di informarvi. Scopri cos'è il giornalismo costruttivo

Vuoi diventare giornalista?

Sei un aspirante pubblicista, ma non hai ancora trovato editori disposti a pagare i tuoi articoli?

Scopri di più

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.