Filosofia green, Daniela Ducato vince il Sodalitas Social Award 2013

By 7 Giugno 2013 Magazine, Storie

Daniela Ducato è reduce da una grande vittoria: il premio “Sodalitas Social Award 2013”. Una vita fondata sulla “filosofia verde” che applica in tutti i campi e soprattutto nel lavoro. 53 anni, Daniela da anni vive e lavora a Guspini (entroterra sardo del Medio Campidano) dove ha fondato due aziende modello nell’ambito della bioedilizia, dell’architettura e dell’eco-design che producono speciali materiali “glocal”, innovativi e di eccellenza, utilizzando sia 100 percento lana di pecora autoctona sarda, sia eccedenze e scarti di pastorizia, agricoltura e apicoltura, tutti certificati a emissioni zero. Moltissimi premi e meritati riconoscimenti sono arrivati alle sue imprese all’avanguardia per sostenibilità e CSR in pochi anni. Ultimo, in termini di tempo, quello del Sodalitas Social Award  promosso dalla Commissione UE insieme 
con CSR Europe e Business in the Community, in ben 28 Paesi, e che ogni anno viene assegnato ad imprese, associazioni imprenditoriali, distretti industriali ed organizzazioni che si siano concretamente impegnate in progetti di sostenibilità d’impresa.

In un’intervista a Wise Society Daniela si racconta: “Qui in Sardegna abbiamo la fortuna di operare in un paesaggio sano, carbon free ad alto impatto emozionale che acuisce i nostri sensi. La nostra azienda è immersa una campagna costellata di pecore e ovili, a 15 minuti dal mare potente e magnifico della Costa Verde e a 15 minuti dal massiccio del Monte Linas. E a seconda del vento abbiamo la fortuna di lavorare e respirare profumo di mare o essenza di montagna” – continua – “Siamo partiti da ciò che madre natura ci offre in abbondanza: la lana di pecora. Grazie alla lana possiamo restituire agli edifici un’anima senza petrolio e salvaguardare la salute del mare, delle montagne, della terra dell’aria. La nostra isola è la regione che vanta il 60 percento del patrimonio ovino nazionale. Ma questo non è sufficiente per produrre un eccellente prodotto fono-isolante. Ciò che conta di più è la materia grigia, ovvero l’intelligenza collettiva frutto di sinergia, di competenze scientifiche, tecniche, imprenditoriali che viene messa in atto e produce innovazioni reali”.

Leave a Reply