Pensate alle dolci colline delle Langhe. Alle sue interminabili distese di vigneti, meravigliose geometrie su cui far scorrere lo sguardo, sorseggiando magari uno splendido vino. Aggiungete a questa paradisiaca cornice alcuni dei più importanti nomi della musica di tutto il mondo. Avrete così, l’idea di cosa vi aspetterà al Festival di letteratura e musica in collina Collisioni, appuntamento che in soli cinque anni è diventato uno dei più attesi festival di musica e letteratura a livello europeo e che lo scorso anno ha radunato più di ottantamila spettatori.

Collisioni è una manifestazione rara. Cross-over tra arti, musica, letteratura e cinema, Collisioni apre una finestra sul dialogo libero tra intellettuali, personalità dello spettacolo e pubblico, in una insolita Barolo, cittadina che dà i natali all’omonimo vino, ma che per l’occasione si presenta come un paese aperto e globale dove una comunità di persone si dà appuntamento tra le pieghe delle dolci pendenze delle Langhe per dar vita ad un’esperienza culturale e umana, dove il contatto diretto con gli artisti offre stimoli e spunti di riflessione sugli equilibri identitari e generazionali.

Riscopri anche tu il piacere di informarti!

Il tuo supporto aiuta a proteggere la nostra indipendenza consentendoci di continuare a fare un giornalismo di qualità aperto a tutti.

Sostienici

Tra gli ospiti di quest’edizione Premio Nobel per la letteratura V.S. Naipaul, David Grossman, Ian McEwan, Michael Chabon, Ayelet Waldman, David Sedaris, Valerio Massimo Manfredi, Oliviero Toscani, Daria Bignardi, Lilli Gruber, Serena Dandini, Ascanio Celestini, Luciana Littizzetto, Lella Costa, Maurizio Lastrico, Paola Mastrocola, Margherita Hack, Massimo Carlotto, Marco Videtta, Giuliano Sangiorgi, Giuseppe Tornatore.

Collisioni 2013 Creature selvagge, 5/6/7/9 luglio, Barolo è un appuntamento imprendibile.

Condividi su:
Avatar photo

BuoneNotizie.it

Dal 2001, BuoneNotizie.it raccoglie e pubblica notizie positive e costruttive per farti riscoprire il piacere di essere informati. Crea la tua dieta mediatica e scopri cos'è il giornalismo costruttivo.

Riscopri anche tu il piacere di informarti!

Il tuo supporto aiuta a proteggere la nostra indipendenza consentendoci di continuare a fare un giornalismo di qualità aperto a tutti.

Sostienici