Imprenditore dona 20mila euro per la manutenzione delle scuole

di 31 Luglio 2013Magazine, Storie

E’ tempo di crisi e i Comuni italiani, si sa, faticano a trovare perfino le risorse necessarie alla manutenzione ordinaria di beni e i servizi di pubblica utilità. Succede anche Fabriano (Ancona), distretto produttivo noto a livello internazionale sia per la produzione cartiera risalente al XIII secolo, sia, in tempi molto più recenti, per la produzione di elettrodomestici e di cappe aspiranti per cucine.

Ed è stato proprio un imprenditore tedesco, che da anni acquista a Fabriano cappe per l’aspirazione dei fumi, ad aiutare il distretto produttivo marchigiano. Venuto a conoscenza delle difficoltà economiche in cui versa il Comune, Burkhard Stark, titolare della ditta REFSTA di Spenge, ha deciso di mettere mano al portafoglio e aiutare la comunità.

Qualche giorno fa, infatti, Burkhard (a sin. nella foto) ha preso contatti con il Sindaco di Fabriano, Giancarlo Sagramola (a destra), ed ha fissato un appuntamento. Arrivato puntuale nell’Ufficio del primo cittadino, Burkhard ha concordato di donare un’importante somma di denaro, pari a ben 20 mila euro, per la manutenzione della scuole locali – in particolare, per il rifacimento del tetto della scuola media “Gentile da Fabriano”. La notizia è stata diffusa dallo stesso Comune attraverso un quotidiano locale .

Un gesto di solidarietà che mi ha molto colpito – ha commentato il Sindaco, Giancarlo Sagramola – “e che dà il senso di cosa significa riconoscersi attenti a una comunità. Un imprenditore che ha a cuore un territorio e che, con il suo gesto, vuole dare un segno di attenzione sperando di tornare a vedere crescita e sviluppo.”  “Da molti anni abbiamo una buona cooperazione con i produttori della vostra città” – ha detto Burkhard Stark – “Conosciamo le persone che costruiscono cappe, le realizzano e le vendono. In tempi difficili, vogliamo dare un segno di solidarietà a Fabriano.”

 

UNISCITI A NOIScopri finalmente come informarti senza allarmismo, titoli strillanti e fake news!

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.